Ansys si schiera per l’additive manufacturing con metalli

Ansys sta trasformando il modo in cui i settori aerospaziale e difesa, biotech e automotive producono parti metalliche grazie alle nuove soluzioni per la produzione additiva dei metalli.

Le nuove versioni di ANSYS Additive Print e ANSYS Additive Suite offrono le soluzioni più sofisticate e complete per il l'additive manufacturing con metalli, consentendo di stampare con complessi componenti metallici leggeri e analizzare le proprietà e il comportamento della loro microstruttura.

Le nuove soluzioni Ansys puntano a ridurre drasticamente il costo della produzione additiva, limitando i numerosi vincoli di progettazione, riducendo gli sprechi e i tempi di stampa.

L’additive manufacturing coen metalli offre molti vantaggi, nonché la possibilità di trasformare il panorama della produzione industriale.

Dato che i tradizionali metodi di produzione non sono in grado di soddisfare le crescenti richieste legate alla complessità dei prodotti, le aziende sono costrette a ricercare modi alternativi per costruire economicamente prodotti di prossima generazione.

Nonostante i numerosi vantaggi, l’attuale processo di produzione additiva richiede comunque tempo e denaro: il prezzo delle polveri metalliche e dei materiali di stampa 3D limita notevolmente le opportunità di trial-and-error durante il processo di stampa.

Il workflow di simulazione del processo completo di deposizione di Ansys allevia queste sfide e rende più semplice il processo, consentendo ai clienti di testare rapidamente i progetti prima di stamparne una parte. Integrando la simulazione prima del processo di stampa, gli ingegneri possono progettare, testare e validare le prestazioni in fase di progettazione anche prima di accendere la stampante.

Ansys Additive Print produce risultati che dimostrano agli ingegneri esattamente quello che accadrà durante il processo di stampa, informando i progettisti - prima di effettuare la stampa - se una parte non funzionerà, ma anche come, dove e perché.

Il razzo stampato in 3D

Jordan Noone, Chief Technology Officer e co-fondatore di Relativity Space afferma di «utilizzare la produzione additiva per costruire la stampante 3D più grande del mondo, che utilizzeremo per realizzare un razzo in 3D. Grazie alle snelle soluzioni di produzione additiva di ANSYS, iteriamo i progetti 10 volte più velocemente e con 100x parti in meno e questo ci consente di innovare in modi che molti pensavano impossibili».

Ansys Additive Suite consente ai progettisti di ottimizzare riduzione del peso e densità del reticolo; creare, riparare e ripulire la geometria CAD; simulare il processo additivo; e condurre analisi strutturali e termiche per la convalida dei dati.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here