XYZprinting a CES 2017 con tre novità

Al CES 2017 di Las Vegas la taiwanese XYZprinting, appena decretata da Context regina del mercato consumer, presenta nuove stampanti 3D progettate proprio per l'utilizzo domestico.

Ma non si ferma al lato consumer della stampa 3D e rilascia anche una stampante stereolitografica destinata a un mercato professionale in cerca di ottimizzazione del rapporto prezzo/prestazioni.

Complessivamente le nuove daVinci Nano, Junior 2.0 Mix e SLA Nobel 1.0A puntano ad avere un prezzo inferiore al costo di modelli della concorrenza e a indirizzare le esigenze di ampie fasce di mercato delle stampanti 3D.

La daVinci Nano nasce per adattarsi comodamente in piccoli spazi domestici. Rivolta agli  utenti alle prime armi (anche molto giovani) realizza con tecnologia FFF in PLA oggetti con una dimensione massima di 12 x 12 x 12 cm. Sarà commercializzata al prezzo a 230 dollari.

La daVinci Junior Mix realizza con la stessa tecnologia della Nano stampe di plastica multicolori grazie all'alimentazione di due filamenti attraverso un estrusore. Il tutto a 450 dollari, un prezzo altamente competitivo, considerato il costo delle stampanti a doppio estrusore. La stampante fa uso di un software appositamente progettato per effettuare la miscelazione dei colori.

Si sale di un doppio livello con la Nobel 1.0A SLA, versione evoluta della stereolitografica  Nobel 1.0, che esce a un prezzo consigliato di 2mila dollari e che fa da apripista alla Nobel Superfine, una stampante da 2.700 dollari con cui la società taiwanese andrà a bussare alle porte dei settori della gioielleria e del dentale.

I tre nuovi modelli inizieranno a diventare disponibili nel corso del mese di gennaio, con la Superfine Nobel prevista per il secondo trimestre dell'anno in Q2.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO