Wave: Milano è per i maker

È scesa in campo direttamente l'assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca del Comune di Milano, Cristina Tajani, già impegnata a diffondere i metodi della sharing economy, per promuovere la tappa milanese di Wave, dal 4 giugno al 3 luglio.

Wave. Come l’ingegnosità sta cambiando il mondo” è una mostra itinerante, che si definisce "espressione di un modo nuovo di fare innovazione basato sulla flessibilità e sulla semplicità".

Si inaugura il 4 giugno alle 18.30, e già il 9 alle ore 16 presso Polifactory si terrà un incontro sul tema dei Fablab: “Makers. Dalla bottega leonardesca all’artigiano digitale”.

Il 17 giugno alle ore 18:30, presso Expo Gate,  per il Comune di Milano sarà l’occasione di promuovere la conoscenza come patrimonio per la città con l’iniziativa fatta con collaborazione con la Fondazione Feltrinelli, un Laboratorio che ha l’obiettivo di chiamare tutti i ricercatori che studiano temi rilevanti per il governo della città a contribuire con i loro lavori al dibattito pubblico sui fenomeni economici e sociali emergenti in città.

Il tema su cui verterà il primo anno del Laboratorio è il binomio “innovazione e inclusione”: conoscere quali innovazioni si producano in città e quando e come tali innovazioni hanno un potenziale di inclusione sociale.

Tajani concluderà la partecipazione a Wave il 24 giugno alle 17.30 con l’iniziativa “L’innovazione nel terzo settore”.

Il programma completo di Wave con i relatori di ogni iniziativa si scarica QUI.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here