Wasp fa l’estrusore ceramico universale

Si chiama Ldm (Liquid deposit modeling) Wasp Extruder il nuovo estrusore per materiali ceramici può essere adattato e montato su gran parte delle stampanti esistenti in commercio.

Costato due anni di lavoro, l'estrusore è capace di interrompere e riprendere il flusso di estrusione, raggiungendo una precisione simile a quella degli estrusori per polimeri plastici. Ciò avviene grazie all'unione di un estrusore a vite e di uno a pressione.

Il sistema comprende un serbatoio con  capienza di circa 7 chilogrammi, che può essere sostituito da uno con portata di 15 kg.

Come funziona

Per ricaricare o pulire il serbatoio, fa sapere Wasp, bisogna aprire i due tappi situati agli estremi. Al suo interno, un pistone con due guarnizioni a 4 bar spinge il materiale lungo il tubo di teflon di diametro 12 mm che alimenta l’estrusore. Sul tappo di chiusura posteriore si trova una valvola di sicurezza tarata ad 8 bar.

Il supporto per il serbatoio è dotato di un regolatore di pressione e di una valvola di non ritorno. All’interno della camera il materiale in uscita è convogliato verso una vite che lo spinge con una potenza non praticabile con un comune estrusore a pressione. La vite produce una pressione in uscita fino a 40 bar, senza pericolo per il sistema.

Questa tecnologia consente all’aria di fuoriuscire verso l’alto eliminando così il rischio di trovare bolle all’interno dell’impasto. La presenza di bolle causerebbe, come nei normali estrusori a pressione, un’interruzione del flusso a scapito della stampa.

Portabilità

Creato per essere montato sulle stampanti Wasp, Ldm è adattabile a gran parte delle macchine esistenti.

Dopo aver stampato la cover di supporto che consente di adattarlo ad altre stampanti 3D (i file per farlo sono forniti dalla casa di Massalombarda)  bisogna collegarlo al posto del consueto tirafilo e settare il valore di E in “numero di passi per millimetro” a 400.

Sono le impostazioni che vengono fornite tramite i principali software di slicing, Slic3r o Cura.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here