Wacker stampa in 3D con gomma da masticare

Stampare in 3D utilizzando come materiale la gomma da masticare, si può.

L’annuncio arriva da Wacker, società chimica tedesca che, da oltre 60 anni, produce in Germania e Cina  resine solide in polivinilacetato a uso alimentare, e che recentemente ha presentato il proprio sistema per la stampa 3D di silicone.

A fare da vetrina internazionale al primo processo di stampa 3D al mondo che utilizza chewing gum, sarà l’edizione 2017 del Pro Sweets che, a Colonia, in Germania, dal 29 gennaio al 1° febbraio del prossimo anno, riunirà il gotha delle forniture per l’industria dei dolci e degli snack, mettendo in scena ingredienti innovativi, soluzioni pionieristiche di imballaggio e tecnologie ottimizzate per la produzione in questo specifico settore.

Tra loro, anche il nuovo processo di stampa in 3D proposto da Wacker, che apre a una varietà pressoché infinita di produzione in forme personalizzabili, mentre grazie alla nuova tecnologia Candy2Gum Wacker, anch’essa presentata in anteprima a Colonia, sarà possibile aggiungere ingredienti a base di acqua e contenenti estratti vegetali, come succo di frutta, cacao, caffè, caramello, cocco e molto altro ancora.

Il risultato è una caramella gommosa che, una volta sciolta in bocca, si trasforma in gomma da masticare resa particolare da Capiva C03, un premiscelato messo a punto da Wacker da aggiungere ai singoli preparati e da cuocere.

Proprio il procedimento opposto all’impastamento a secco che caratterizza il processo di realizzazione della tradizionale gomma da masticare consente di realizzare prodotti innovativi utilizzando sia miscele a base di zucchero che non, mentre il nuovo processo di stampa 3D in gomma da masticare apre alla produzione in una gamma di colori, forme e sapori personalizzabili individualmente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here