Varese fa il patto per la stampa 3D

Unione degli Industriali della Provincia di Varese, Confartigianato Imprese Varese e Liuc - Università Cattaneo fanno fronte comune sul tema della fabbricazione digitale e della stampa 3D.

I rispettivi presidenti, Riccardo Comerio, Davide Galli e Michele Graglia hanno firmato un accordo per coordinare le attività di SmartUp - Laboratorio Fabbricazione Digitale (creato all’interno della LIUC e realizzato congiuntamente con l’Unione Industriali) e di FaberLab (l’officina di sperimentazione delle diverse dimensioni delle tecnologie digitali che la Confartigianato locale sostiene con il supporto della Fondazione San Giuseppe).

Obiettivo dell’accordo è creare una collaborazione in grado di rendere ancor più efficaci le attività che SmartUp e FaberLab portano avanti nella diffusione della cultura della fabbricazione digitale sia sotto il profilo del trasferimento tecnologico al sistema produttivo locale, sia dal punto di vista dell’innovazione organizzativa e strategica delle aziende.

Un lavoro sinergico che verrà declinato sul piano del concreto per poter portare vantaggi diffusi e indistinti sia alle imprese associate all’Unione Industriali, sia a quelle di Confartigianato Varese, sia agli studenti della LIUC. SmartUp e FaberLab, dunque, da oggi non lavoreranno più su canali paralleli ma si confronteranno per creare sinergie con diversi gradi di coordinamento a seconda delle varie aree di attività.

L’accordo ne indica tre.
Animazione sociale, intesa come attività che permettono l’accesso alle strumentazioni tecnologiche di cui sono dotati i due laboratori e che da entrambi vengono messe a disposizione degli utenti per uso personale, professionale, per progetti di sperimentazione e per seminari. SmartUp e FaberLab manterranno il loro ruolo di referenti per le rispettive reti di interesse, industriale-studentesca e artigiana.

Analisi di scenari e casi, intesa come lo studio di possibili impieghi tecnologici innovativi della fabbricazione digitale, delle pratiche organizzative necessarie alle imprese per il loro utilizzo e del coinvolgimento di esperti di caratura nazionale e internazionale. Qui la collaborazione sarà più stringente, fino alla possibilità di realizzate iniziative anche congiunte.

Formazione, con corsi, seminari e percorsi di formazione anche individuali. Questa attività farà perno sul centro di stampa 3D aperto presso la Liuc con il contributo di MakerBot (nella foto).

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here