Ultimaker apre Cura ai materiali compositi

Al Formnext di Francoforte Ultimaker ha presentato il nuovo Print Core CC 0,6 mm, con estrusore in rubino, per la stampa 3D dei materiali caricati con fibre di vetro e carbonio. Tenendo come obiettivo la semplificazione del processo di stampa 3D, in perfetto stile Ultimaker, l’azienda olandese ha rilasciato una nuova versione di Cura, la 3.6, che contiene i profili per la stampa dei materiali BASF, Clariant, DSM e DuPont.

Print Core Cc 0.6

Per facilitare la stampa 3D di questi materiali compositi, Ultimaker ha presentato un nuovo Print Core CC Red 0.6 mm. Questo nuovo Print Core, sviluppato in collaborazione con Anders Olsson, è dotato di un ugello di precisione da 0,6 mm con una geometria appositamente progettata.

Grazie all’estrusore in rubino resistente all'usura il nuovo Print Core assicura una stampa 3D affidabile anche con i materiali più abrasivi.

Il Print Core CC Red è acquistabile dai rivenditori autorizzati come Manufat o Crea 3D a 295 euro + IVA.

Cura 3.6

L’ultima versione del software di slicing Ultimaker Cura offre un marketplace dove gli utenti possono installare profili di stampa per avere risultati di stampa 3D di alta qualità.
L'upgrade permette agli utenti di selezionare il materiale caricato che si desidera stampare e, in modo automatico, Cura imposta i vari parametri ottimizzati, senza la necessità di inserirli manualmente prima di ogni processo.

Di seguito la lista dei primi materiali, con i profili ottimizzati, per la versione di Cura 3.6.

Basf ha lanciato il PP GF30 per parti con elevata resistenza chimica, come tubazioni o applicazioni automobilistiche. Il PET CF invece è un materiale caricato con fibra di carbonio, adatto per componenti leggeri, resistenti e rigidi che richiedono un buon elevato rapporto resistenza/peso.

Clariant: Il Flame Retardant PA6/66 e il Flame Retardant PA6/66 con il 20% di fibre di vetro possono essere utilizzati per produrre parti componenti elettronici e automobilistici che richiedono proprietà ignifughe e buone proprietà meccaniche. Il PET-G invece è un poliestere resistente meccanicamente e chimicamente, con un'elevata resistenza termica.

Dsm: Il filamento Novamid ID1030 CF10, PA6 / 66 è rinforzato con fibre di carbonio, per parti molto resistenti, ma semplici da stampare come le normali plastiche non rinforzate. Arnitel ID2060 HT, è invece un TPC ad alte prestazioni, che combina la resistenza all’alta temperatura con la resistenza chimica.
Ultimo, ma non per importanza, Arnitel ID2045, un TPC molto flessibile, adatto per la stampa delle solette.

DuPont: Zytel 3D1000FL, è un poliammide non rinforzato con un ritiro estremamente ridotto, mentre Hytrel 3D41000FL, è un poliestere con una durezza Shore 60D, che mostra proprietà simili in ogni direzione di sollecitazione. Questi materiali sono ideali per l’industria meccanica, automotive e per produrre oggetti di consumo.

Owens Corning: I filamenti rinforzati con fibra di vetro polipropilene (XSTRAND™ GF-30 PP) e il Nylon PA6 (XSTRAND™ GF-30 PA6) sbloccano tutte le applicazioni che richiedono alta resistenza e durevolezza delle parti, anche quelle che operano nelle condizioni più difficili, indoor e outdoor.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here