Fra Stratasys e Solvay c’è la giusta chimica per i polimeri

Stratasys ha definito un programma di partnership per la creazione di materiali autorizzati, progettato per ampliare la gamma di polimeri ad alte prestazioni disponibili per le aziende che si avvalgono del processo di modellazione a deposizione fusa di Stratasys.

Solvay è stata scelta per lanciare il programma e offrire nuovi polimeri per la stampante 3D F900 di Stratasys.

Da oltre due decenni la società americana aiuta i clienti a progettare parti stampate in 3D resistenti e altamente ripetibili per ambienti ad alte prestazioni sfruttando i suoi materiali avanzati, tra cui FDM Nylon 12CF, FDM TPU 92A e il materiale basato su PEKK, Antero 800NA.

Con il programma per i partner di materiali autorizzati Solvay avrà accesso a strumenti esclusivi e all’esperienza di Stratasys per sviluppare materiali in linea con gli standard di qualità e prestazioni dell’azienda.

I partner condivideranno una roadmap dei materiali autorizzati per guidare la scelta di Solvay e lo sviluppo di materiali per le stampanti Fusewd Deposition Model.

Per Rich Garrity, Presidente di Stratasys America,“Combinando la nostra esperienza con Solvay, i clienti possono fare uso di una vasta gamma di applicazioni ad alte prestazioni, tutto mantenendo il livello di qualità e l’affidabilità attese dai materiali di consumo FDM ad alte prestazioni Stratasys”.

Per Christophe Schramm, Business Manager per la fabbricazione additiva nella business unit di Solvay specializzata nei polimeri “questo è assolutamente in linea con l’ambizione di Solvay di spingere oltre i limiti della fabbricazione additiva ad alte prestazioni”.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here