Stratasys certifica le parti interne degli aerei stampate in 3D

Stratasys ha introdotto una soluzione basata sulla stampante 3D Fortus 900mc Production per la produzione di parti interne degli aerei che soddisfa i rigidi requisiti di certificazione di FAA ed EASA.

La nuova soluzione consiste in una resina ULTEM 9085, una termoplastica resistente e leggera che soddisfa le normative relative alle fiamme, al fumo e alla tossicità (FAR 25.863) e in una nuova versione della stampante 3D Fortus 900mc Production, con hardware e software specializzati, progettati per offrire proprietà meccaniche altamente ripetibili.

La soluzione viene ora sottoposta a un programma di qualificazione sotto la supervisione del FAA presso il National Center for Advanced Materials Performance (NCAMP), parte del National Institute of Aviation Research (NIAR) della Wichita State University.

Stratasys assisterà i clienti nella qualificazione della soluzione di certificazione delle parti interne degli aeromobili Fortus 900mc per l'equivalenza con il set di dati statistici NCAMP.

Prima nel suo genere, la qualifica NCAMP di un processo di stampa 3D renderà più semplice ottenere la certificazione FAA ed EASA, aiutando le organizzazioni aerospaziali a ottenere un maggior numero di parti certificate per il volo in modo più rapido.

Per ottenere la certificazione per FAA, la prima parte realizzata deve essere equivalente alla centesima, alla millesima e alla parte che viene realizzata dopo dieci anni.

Molte società aerospaziali oggi utilizzano la stampa 3D Stratasys per progettare prototipi, produrre parti per il volo finali e creare attrezzature di produzione. Tra queste, Airbus, NASA e United Launch Alliance.

La capacità di produrre parti con caratteristiche ripetibili e coerenza nella qualità è un fattore chiave per l'aumento dell'adozione della stampa 3D nel segmento delle parti interne degli aeromobili, che genera un fatturato multimiliardario.

Come ha affermato Scott Sevcik, capo delle soluzioni per il settore aerospaziale, della difesa e automotive di Stratasys in una nota, "Finora, il processo per ottenere la certificazione FAA per la stampa 3D limita l'adozione della fabbricazione additiva nell'aviazione. Le soluzioni specializzate e i set di dati statistici disponibili per supportare questo complesso processo erano limitate. La nuova soluzione di certificazione degli interni degli aeromobili Stratasys Fortus 900mc consente di rimuovere gli ostacoli principali, rendendo molto più semplice stampare in 3D le parti per la navigazione aerea, migliorando la ripetibilità e le prestazioni".

La stampa 3D delle parti interne degli aeromobili può avere dei vantaggi, sia per l'efficienza della filiera, che per l'offerta di prodotti dei produttori di interni per aeromobili. Con un processo qualificato per la produzione di parti interne stampate in 3D, i produttori possono differenziare l'esperienza dei passeggeri, grazie a elementi unici, in volumi ridotti, personalizzati in base allo stile e alle esigenze dei clienti finali e anche progettare componenti più leggeri grazie all'efficienza della progettazione additiva.

Nel segmento Maintenance, Repair e Overhaul (MRO), l'impatto sull'efficienza della filiera è fondamentale per la redditività.

Linee aeree e operatori mantengono inventari corposi di parti di ricambio per tenere in servizio gli aeromobili, che di frequente danno luogo a spese di inventario decennali per parti che non verranno mai utilizzate.  Grazie alla stampa 3D su richiesta di parti certificate, linee aeree e MRO possono ridurre entrambe l'inventario ed eliminare l'obsolescenza dell'inventario.

La nuova soluzione di certificazione degli interni degli aeromobili Stratasys Fortus 900mc fornisce la tracciabilità di materiali e processi per la conformità alle principali normative mondiali per la navigazione aerea.  Il programma di test per la qualificazione ora è in corso e sarà completato a settembre 2017, con la pubblicazione del report di qualificazione NCAMP finale. La soluzione può essere pre-ordinata e sarà rilasciata alla conclusione del programma di test.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here