Stolfa It punta alla leadership nei servizi

Stolfa It, dei fratelli Giuseppe e Donato Stolfa, è un progetto nato ad Altamura,dalla convinzione che i servizi di stampa 3D per l’automotive, la meccanica e il design siano il futuro della progettazione industriale.

La società è nata nel 2015 con presupposti chiari, racconta Giuseppe Stolfa: «diventare il primo service professionale di stampa 3D del Sud Italia. Il nostro background è di tipo industriale. L’azienda di famiglia si occupa di lavorazione del poliuretano, quindi le prime esperienze lavorative sono state tra pantografi elettronici, macchinari Cad/Cam e relativi software Cad».

I percorsi di studio dei fratelli Stolfa sono scientifici: Giuseppe è laureando in Ingegneria Meccanica, Donato è laureato in Biotecnologie mediche e medicina molecolare. «La nostra città è in una posizione strategica per accogliere la domanda di servizi di prototipazione rapida dell’industria meccanica barese, del polo industriale del salotto Altamura-Santeramo-Gravina ed in generale della fiorente attività industriale pugliese. Inoltre, essere ad un paio d’ore di distanza da Napoli ci avvicina all’industria campana».

Produrre velocemente per il Sud

La missione di Stolfa IT è fare diventare nel Sud Italia il nome FlashPrint, il proprio laboratorio di produzione prototipi, sinonimo di prototipazione rapida. Per i clienti e per il tipo di settore che Stolfa It ha deciso di servire, la rapidità è fondamentale. Per questa ragione in azienda ogni risorsa ha il suo compito specifico, scelto in base alle peculiarità e abilità personali.

Il rapporto con il territorio di riferimento è forte «e non per mero campanilismo», precisa Giuseppe Stolfa. La società persegue l’obiettivo di valorizzarne le competenze puntando a consolidare una rete di partner commerciali e di aziende con business correlati al proprio, per promuovere la cultura di questo nuovo settore industriale.
«Ad Altamura rappresentiamo un unicum e nella provincia di Bari le poche realtà esistenti non sono di tipo professionale e orientate all’industria. Da queste ci distinguiamo per la tipologia di macchinari e stampanti. Le nostre sono costruite da aziende leader mondiali e rappresentano lo stato dell’arte della stampa 3D. Inoltre, proponendoci come partner e supporto per le aziende che hanno bisogno di prototipi siamo gli unici ad offrire una vera garanzia soddisfatto o rimborsato sui tempi di consegna».

Qualità meccanica

I clienti di Stolfa It sono ingegneri, progettisti e designer di aziende di produzione. «Ovviamente, la migliore qualità si ottiene con la specializzazione, noi lo abbiamo fatto nei servizi di prototipazione rapida per le aziende meccaniche e dell’automotive. Per quanto riguarda l’aspetto puramente di design, siamo partner di chi vuol testare la vendibilità di nuovi oggetti di design, con produzione di pre-serie a basso costo».

La specializzazione del laboratorio è rivolta al mondo dell’industria meccanica e in particolar modo dell’automotive. «Utilizziamo per la prototipazione rapida di componenti meccaniche le Fdm di Stratasys, in particolare la uPrint SE Plus. Per quanto riguarda le prove di progetto o test di prodotto, che non richiedono caratteristiche strutturali particolari, ma che domandano un’altissima definizione, fino a 25 micrometri, utilizziamo la stampante Form2 di Formlabs. Per progetti di grandi dimensioni è disponibile la Wasp Delta 4070. E possiamo avvalerci, grazie a una collaborazione, della Fortus 900».

I servizi vanno dall’analisi di fattibilità del progetto fino alla rifinitura, compresa di verniciatura industriale. «Nel mezzo ci sono molte sfaccettature, ma se dovessimo indicare quelli più richiesti sono senza dubbio l’analisi di fattibilità, con calcolo costi reale, e le consegne ultrarapide a data e ora certe. Puntiamo a instaurare un rapporto di consulenza. La nostra sfida più grande è non disilludere i clienti».

Perciò tra le attività di Stolfa It non mancherà l’opera di evangelizzazione del mercato. L’aspetto più critico è infatti la scarsa informazione. «Generalmente, è difficile trovare clienti consapevoli dell’argomento, ma con piacere notiamo che qualcosa sta cambiando. Ci capita di incontrare spesso clienti con almeno un’infarinatura generale sulla stampa 3D, cosa che prima era impossibile. Questo ci fa ben sperare per il futuro».

Prendiamo allora la macchina del tempo.
Come immagina Giuseppe Stolfa la sua azienda fra tre anni? «Affermata e riconosciuta nel Sud Italia, ma con un’eco a livello nazionale. Senza dubbio un’ipotesi di sviluppo futuro sarà l’utilizzo di materiali biocompatibili, approfittando delle competenze di mio fratello Donato, laureato in biotecnologie mediche e medicina molecolare».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here