La stampa 3D fa superare le disabilità ai veterani

Stratasys ha sponsorizzato e partecipato a un evento di 72 ore "Makers for Heroes Make-a-Thon" a Tel Aviv, con cui ha cercato di sviluppare dispositivi e trovare soluzioni per le varie sfide che i veterani militari devono affrontare a causa delle lesioni subite durante il servizio.

L'evento è stato organizzato da Restart, un'organizzazione non-profit che aiuta i veterani con disabilità fisiche aiutandoli a staccarsi dal ciclo dell'infortunio e a rimettersi in vita. Un altro partner, Challenge America, ha assistito i veterani feriti degli Stati Uniti.

Il primo Make-a-Thon internazionale ha riunito, dal 30 aprile al 2 maggio presso Impact Labs, centro tecnologico comunitario per lo sviluppo dei prodotti a Tel Aviv, veterani feriti provenienti da Stati Uniti, Francia e Israele, con team di innovazione che utilizzano la stampa 3D e altri processi di progettazione e produzione.

Il team comprendeva rappresentanti di aziende tra cui designer, programmatori, ingegneri, fisioterapisti, medici e psicologi.

Aiutare un veterano a trovare una soluzione può spesso aiutare molti altri con problemi simili. L'obiettivo dell'evento era di creare soluzioni di stampa 3D che potessero essere successivamente sviluppate in prodotti per un uso più ampio.

In seguito all'evento è possibile sviluppare soluzioni che soddisfano un'esigenza più ampia per prodotti replicabili attraverso la piattaforma TOM (Tikkun Olam Makers Platform) in tutto il mondo. TOM sviluppa e distribuisce prodotti a prezzi accessibili per persone con una serie di disabilità.

Mentre i veterani provengono da eserciti diversi, i loro sentimenti sono universali. Ognuno soffre di frustrazioni simili per le loro lesioni.

Henri ha prestato servizio nella pattuglia dell'esercito francese e vive con una grave lesione alle gambe causata dal servizio in Afghanistan. Stava cercando una soluzione, come un calco o altre attrezzature che lo aiutassero a migliorare la sua deambulazione e a ridurre il dolore costante. Zarita, 33 anni, ferita poco dopo il ritorno dall'Afghanistan durante l'addestramento estremo, ha avuto un incidente d'auto durante il viaggio verso il luogo del servizio. Prima di essere ferita, Zarita amava ballare. A causa delle sue condizioni soffre di vertigini e non può più ballare per paura di cadere e ferire se stessa. Aveva bisogno di una "compagna" di danza stabilizzante che le permettesse di muoversi liberamente ma le evitasse di cadere.

I volontari di Stratasys hanno sostenuto il Team Noam, che ha dato il nome a un veterano israeliano di 33 anni che ha perso la gamba in un incendio. La speranza di Noam era quella di riprogettare la sua sedia a rotelle in modo da migliorare l'equilibrio per prestazioni migliori e fare parte di una squadra di tennis delle Paraolimpiadi.

Le soluzioni ottenute dal Make-a-Thon

L'evento si è concluso il 2 maggio, con soluzioni entusiasmanti create da tutti e 12 i gruppi che si sono sfidati. Il Team Noam ha riferito di aver costruito con successo una soluzione per personalizzare la sedia a rotelle Noam in modo da bilanciarla al meglio per il gioco del tennis. È stato realizzato progettando un contrappeso rimovibile che si attacca alla sedia quando necessario.

Il design imita la distribuzione del peso di una gamba e si attacca alla sedia adiacente alla gamba sinistra di Noam. La soluzione è stata realizzata mediante una scansione 3D della posizione seduta di Noam seguita dalla stampa 3D di diverse iterazioni del progetto che hanno permesso adattamenti, utilizzando materiali termoplastici Stratasys FDM e ricoprendo il tutto con tessuto traspirante e schiuma a memoria. La soluzione permetterà a Noam di perseguire il suo sogno di competere meglio alle Paralimpiadi.

Con l'aiuto di un dispositivo di supporto personalizzato, sviluppato durante l'evento, Zarita è ora in grado di ballare. I

noltre, è stato trovato un aiuto per molte altre sfide, tra cui una soluzione per un veterano che ha subito un infortunio alla schiena 16 anni fa e sognava di tornare a navigare. Ora sarà in grado di farlo grazie a una tavola da surf adattata.

Un altro veterano che ha subito una lesione al midollo spinale e da allora si è spostato solo su una sedia a rotelle, sarà ora in grado di stare in piedi con l'aiuto di un dispositivo mobile.

Ancora un altro veterano, che soffre di PTSD e ansia, aveva bisogno di aiuto per identificare i momenti prima che un attacco di ansia si verifica. Dal Make-a-Thon, ha ricevuto un'applicazione per il suo osmart watch che identifica quando un attacco si sta avvicinando e può anche aiutare a prevenirlo.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here