Software

Un elenco in continuo aggiornamento dei principali sotware, a pagamento e gratuti, utili per la stampa 3D. Dai modellatori ai programmi per pilotare le stampanti. Collage Software 3D

I programmi per la stampa 3D sono ormai tantissimi e molti si possono scaricare e usare gratuitamente. Senza nessuna limitazione, come quelli open source, oppure in versioni di prova (funzionanti per un certo periodo o per sempre ma con funzioni ridotte) o in versioni complete e gratis pur non essendo di libero dominio. Ecco un primo elenco di questi software, suddivisi per le tre categorie necessarie per la stampa 3D: scansione di oggetti reali, modellazione 3D e preparazione dei file per pilotare le stampanti 3D. Per l’inserimento in questo elenco di altri programmi, o per segnalare variazioni o imprecisioni, ci farebbe piacere che ci contattaste.

SCANSIONARE

Si può creare un oggetto 3D partendo dal nulla, usando un programma CAD di modellazione 3D. Oppure si può partire da un oggetto reale ripreso con uno scanner 3D. Ecco i programmi che consentono di farlo.

MakerScanner. Scanner 3D open source pensato appositamente per le stampanti 3D MakerBot, ma che può essere usato anche per creare modelli da produrre con tutte le altre stampanti 3D. È gratuito e disponibile per Windows e Linux. Scaricalo da qui per Windows e Linux

Skanect. Disponibile per Windows e per Mac, è un software per scansioni 3D da usare con Microsoft Kinect o Asus Xtion Pro Live. La versione Pro costa 99 euro, ma è possibile scaricare qui una versione gratuita completamente funzionante, per usi non commerciali, il cui unico limite è rappresentato dall’esportazione di file con non più di 5000 poligoni.

Scenect. Sviluppato da Faro, è un software di scansione 3D da usare con Microsoft Kinect o Asus Xtion Pro Live. Disponibile solo per Windows a 64 bit, si può scaricare gratuitamente da qui.

ReconstructMe. Software per scansioni 3D adatto per l’uso con Microsoft Kinect o Asus Xtion Pro Live. Per l’uso commerciale è necessario acquistare una licenza che costa 179 dollari, ma è comunque possibile scaricare una versione di prova con alcune limitazioni, la principale delle quali è l’inserimento di scritte come Unlicensed ReconstructMe nei file prodotti.

MODELLARE

Il primo passo sulla strada che porta alla stampa 3D di un oggetto è rappresentato dalla sua realizzazione al computer tramite i programmi CAD di modellazione 3D. Ce ne sono tantissimi, gratis e a pagamento, facili e meno facili da usare. Eccone una rassegna.

Tinkercad. CAD sviluppato da Autodesk per chi si avvicina per la prima volta al mondo del disegno e della stampa 3D. È gratuito e non è necessario scaricarlo perché si può usare direttamente online accedendo a questo indirizzo. È necessaria la registrazione.

123Design. Altro programma, assieme a Tinkercad, che Autodesk rende disponibile gratuitamente e che è adatto anche per la creazione e la stampa di oggetti tridimensionali. Lo si può usare online, ma anche scaricare da qui nelle versioni per Windows e Mac. È disponibile anche una versione, sempre gratuita, per Apple iPad.

3DTin. CAD online sviluppato dall’omonima società acquisita nel 2013 da Lagoa. La versione di base è gratuita, mentre una versione con più funzionalità è a pagamento.

OpenSCAD. Non proprio un’applicazione, ma un linguaggio di programmazione gratuito in grado di generare modelli 3D. Potente e versatile, ma piuttosto difficile da padroneggiare. Disponibile nelle versioni per Windows, Mac e Linux. Lo si scarica da qui.

SketchUp. Il programma inizialmente sviluppato nell’ambito dei Google Labs vive ora autonomamente sotto l’ombrello di Trimble e non è più gratuito. Lo si può acquistare qui per 451 dollari. La versione di prova si può scaricare cliccando qui. È uno dei più intuitivi software di progettazione in 3D ed è ottimizzato per disegni in ambito architettonico. È compatibile con il formato di file STL (grazie ad un plug-in open source) e con altri formati di file per la stampa in 3D.

FreeCAD. Modellatore 3D parametrico gratuito (open source) altamente professionale, ma che richiede un certo impegno per impararne a fondo le numerose funzionalità particolarmente adatte anche per la modellazione e la stampa 3D. È sorretto da buona documentazione e da una vasta comunità a cui chiedere consigli e aiuti. La modellazione parametrica consente di modificare facilmente il disegno, tornando indietro nella cronologia del modello e cambiando i parametri. Da qui si possono scaricare le versioni per Windows, Ubuntu, Mac e Fedora.

Rhino 5. Uno dei più completi modellatori 3D professionali per Windows e Mac, sviluppato da Rhinoceros. La versione commerciale costa oltre 1100 euro, ma da qui si può scaricare una versione completa di prova che funzionerà per tre mesi. Dopo tale periodo non sarà consentito nessun ulteriore salvataggio e i plug-in smetteranno di funzionare, a meno che non si acquisti una licenza.

AutoCAD. Tra i più noti software di progettazione 2D e 3D, AutoCAD di Autodesk si può scaricare e provare senza limitazioni nelle versioni per Mac e Windows da qui. Sono disponibili licenze gratuite per studenti. Il costo della licenza permanente parte da 4.775 euro, ma si può usarlo anche “a consumo” con un costo che parte da 300 euro al mese.

Adobe Photoshop. L’ultima versione del popolare programma per l’elaborazione delle immagini (Photoshop CC) integra comandi specifici per creare acquisire, gestire e modificare file 3D e per fabbricare oggetti tridimensionali mediante stampanti 3D connesse direttamente al computer, quali 3D System Cube, MakerBot Replicator 2, MakerBot Replicator 2X, Mcor Iris e ZCorp. Si può sottoscrivere un piano annuale di abbonamento annuale al software (per Windows o Macintosh) a 12,29 euro al mese. Una versione di prova completa funzionante per trenta giorni e scaricabile qui.

SolidWorks. Software di disegno e progettazione tridimensionale parametrica, prodotto e commercializzato dalla società francese Dassault Systèmes. È un applicativo per Windows appositamente pensato per l’ingegneria meccanica, grazie al quale è possibile sviluppare apparati meccanici anche estremamente complessi. Non è possibile scaricare direttamente una versione di prova, che però può essere fornita tramite un rivenditore di Dassault compilando questo modulo. Anche il prezzo viene fornito su richiesta.

Meshlab. Programma open source multipiattaforma inizialmente sviluppato presso l’Università di Pisa, disponibile per Linux, Windows, Mac e iOS. Lo si può scaricare gratuitamente qui. Permette di creare o modificare modelli tridimensionali agendo anche sui singoli poligoni, triangolari o quadrangolari, che compongono il modello.

Blender. Software open source sviluppato per animazioni e rendering in 3D, richiede molto impegno per iniziare a usarlo a causa della sua poca intuitività. Molto usato dai maker, è disponibile per Windows, Mac e Linus qui.

Sculptris. Interessante applicazione gratuita di Pixologic che permette di creare modelli 3D senza pensare a poligoni o mesh, ma semplicemente procedendo come si modellasse la creta. Si può scaricare da qui nelle versioni per Mac e Windows.

PCT Creo (ex Pro/Engineer). Uno dei più usati e promettenti strumenti per la prototipazione meccanica. Per la sua capacità di modellazione sia geometrico/parametrica sia push-pull & drag a manipolazione diretta è in grando di consentire una creazione di modelli rapida ed efficace che ben si accoppia alle potenzialità della stampa 3D. Da questo link è possibile scaricare una versione di valutazione che dura trenta giorni. È  invece gratuito l’applicativo di modellazione diretta CAD 3D PTC Creo Elements/Direct Modeling Express 6.0 che è scaricabile da qui.

GESTIRE LE STAMPANTI

Non basta preparare con un programma CAD un file per la stampa 3D. Il passaggio successivo, chiamato slicing, è quello di trasformare questo file in istruzioni che possano pilotare adeguatamente una stampante 3D. I software che si occupano di questo aspetto si chiamano slicer. Eccovi una rassegna dei principali.

Slic3r. Si tratta di uno dei più popolari software di slicing, supportato da moltissimo produttori di stampanti 3D. È open source, quindi gratuito, molto intuitivo ed è scaricabile nelle versioni per Mac, Windows e Linux da qui.

Skeinforge. Assieme a Slic3r è uno dei più diffusi software di slicing per la stampa 3D, parte integrante del progetto RepRap. Si può scaricare dalla pagina dell’autore, qui. Si tratta di uno script per Python, linguaggio di programmazione open source scaricabile nelle versioni per Windows, Mac e Linux da qui.

Cura. Software di slicing sviluppato dal produttore di stampanti 3D Ultimaker, che lo ha ottimizzato per i suoi modelli. Integra le funzioni necessarie per preparare i file 3D e inviarli alla stampante. Lo si può scaricare gratuitamente da qui nelle versioni per Windows, Mac e Linux.

ReplicatorG. Basato su Arduino, è un programma open source in grado di pilotare stampanti 3D MakerBot Replicator, Thing-O-Matic, CupCake CNC, RepRap o ogni generica macchina CNC. Open Source, è scaricabile da qui nelle versioni per Windows, Linux e Mac.

NetFabb. Soluzione completa per stampa 3D. La versione per uso personale costa 239 euro, mentre per quella professionale bisogna richiedere una quotazione. Dal sito si può comunque scaricare gratuitamente, facendo clic qui, la versione base che permette di controllare e riparare un modello 3D prima di inviarlo alla stampa, per essere certi che non contenga errori che potrebbero compromettere la sua costruzione.

KISSlicer. Particolarmente adatto per chi affronta per la prima volta la stampa 3D, è uno slicer caratterizzato da un’interfaccia molto intuitiva che consente di imparare velocemente ad usarlo. La versione base è gratuita, mentre quella Pro, che supporta stampanti con più estrusori e può stampare oggetti multipli, costa 42 dollari (25 per la didattica). La versione gratuita si può scaricare qui nelle versioni per Windows, Mac e Linux.

MakerWare. Software gratuito sviluppato per il controllo delle stampanti MakerBot Replicator, contiene un proprio motore di slicing ma può essere selezionato per questa funzione anche il più potente Skeinforge. Da qui si può scaricare gratuitamente il programma per le Replicator fino alla quarta generazione. Per quelle della quindi generazione è disponibile MakerBOt Desktop Beta qui.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO