Skorpion Engineering, il mondo oltre l’automotive

Skorpion Engineering è un service che si può annoverare tra i pionieri nell’impiego tecnologie additive, indirizzate soprattutto al settore automotive, primo settore industriale ad aver compreso gli enormi vantaggi di queste tecnologie.

È strutturato in modo da poter intervenire in tutte le fasi di sviluppo di nuovi prodotti, combinando le tecniche di stampa 3D con le tradizionali tecnologie di fabbricazione a controllo numerico impiegate da sempre nella prototipazione.

La sua sede principale è a Milano, ma recentemente ha inaugurato un centro produttivo a Trofarello, in provincia di Torino.

Nelle due strutture sono operativi sistemi per la produzione e la produzione rapida basati su svariate tecnologie: stereolitografia (ha una macchina che può produrre pezzi fino a 2000 x 1000 x 1000 millimetri di dimensioni), DMLS (fusione laser di polveri metalliche), FDM e PolyJet.

Recentemente ha acquistato la seconda Jet Fusion di HP, una stampante 3D concepita più per la produzione rapida che per la semplice prototipazione. Il parco macchine comprende anche due Stratasys Fortus 900, una Fortus 450, una Stratasys Elite, una Stratasys Connex 350 Objet, una Concept Laser M2 Cusing e un sistema di colata 5/04 vuoto di Renishaw.

Vengono usate molto per il settore automotive, per il quale Skorpion Engineering produce plance, paraurti e tutti i particolari di grandi dimensioni e con prestazioni meccaniche elevate. Realizza anche particolari per altri settori come quello industriale in generale e aereonautico per i quali vengono richiesti materiali specifici come l’Ultem 1010 e l’ASA, ma anche tubi con anime solubili e particolari estetici per diversi settori dalla moda alla gioielleria.

Italio Moriggi, direttore generale di Skorpion Engineering, con una stampante Fortus 900

«Da sempre i nostri principali clienti provengono dal settore automobilistico - precisa Italo Moriggi, direttore generale di Skorpion Engineering - ma grazie anche alla recente installazione delle due macchine di HP nel centro produttivo di Trofarello, che ci permettono di realizzare sia prototipi sia particolari definitivi in PA12, ci rivolgiamo anche a tutte le aziende che sviluppano prodotti industriali in generale. Il vantaggio di questa tecnologia sta sia nella rapidità di realizzazione dei particolari sia nella valenza tecnica del materiale. Lavoriamo anche nel settore medicale, per il quale abbiamo realizzato parecchi dispositivi e repliche di organi, come nel caso dei cuori realizzati con scopi diagnostici e di formazione. Recentemente ci stiamo espandendo anche sul territorio modenese dove sono numerose le aziende automobilistiche e medicali che necessitano di servizi di prototipazione rapida e di produzione. Ci stanno contattando anche molte tra le più note case di moda milanesi, che ci chiedono di realizzare allestimenti vetrinistici e di stampare fibbie, bottoni e altri particolari con la sinterizzazione di polveri metalliche».

Per quanto riguarda le richieste generali dei clienti, Moriggi sottolinea come nel medicale i requisiti richiesti siano le tempistiche rapide e i materiali che riescano a replicare nella maniera più fedele possibile gli organi umani. Per quanto riguarda invece il settore aerospaziale, sono richieste certificazioni specifiche sia sui materiali sia sulle prototipazioni, come analisi FEM.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here