Sharebot Q, grande formato professionale

Sharebot conferma la direzione decisa verso il potenziamento del mercato professionale e, dopo la 42, rilascia la Sharebot Q, stampante di formato A3 pensata per la realizzazione di prototipi di grandi dimensioni, indirizzata a professionisti e aziende che operano in ambito meccanico, architettonico e design.

La si può vedere in anteprima presso lo stand Sharebot di Mecspe (Additive Manufacturing, PAD 6, Stand J06). Il ceo Arturo Donghi ne anticipò i tratti salienti a 3D Printing Creative un anno e mezzo fa, in questo articolo.

Sharebot Q
Il mobiletto della Sharebot Q

Progettata con la tecnologia a deposizione di filamento (FFF), la Sharebot Q incorpora le migliorie tecniche, hardware e software apportate dalla 42.

Su tutte, l'autocalibrazione degli assi X, Y e Z, che permette all'utente di mantenere il piano in squadra anche dopo diverse stampe.
L'introduzione di un piano riscaldato magnetico e non più in vetro, facilita la rimozione degli oggetti stampati dal loro supporto, anche in caso di geometrie complesse.

Prima stampante 3D di Sharebot costruita con una struttura dei profili in alluminio, la Q è dotata di un mobiletto dove si collocano le bobine di stampa.

La Sharebot Q è in grado di stampare tutti i materiali, TPU compreso e permette l'utilizzo di una bobina da due chili. Il processo di stampa è semplificato grazie alla presenza di un sistema a doppio trascinamento, con motori sia sull'estrusore che in prossimità della bobina.
Come macchina dedicata alla desktop engineering, Sharebot Q ha uno schermo a colori touch-screen da cinque pollici e consente la gestione stand alone di tutte le operazioni di stampa.

È collegabile alla rete domestica o aziendale e con una webcam integrata consente il controllo da remoto delle code di stampa, la messa in pausa e l'eventuale interruzione del processo. E come la Sharebot 42 ha due porte USB.

 

LASCIA UN COMMENTO