Robotica collaborativa al centro di Milano

Una tecnologia che sta segnando un nuovo trend di sviluppo nel settore della robotica è quella dei robot collaborativi, o Cobot: applicazioni capaci di lavorare a fianco dell'uomo, senza barriere di separazione e in totale sicurezza, che apriranno le strade a nuovi settori del manifatturiero in cui, oggi, la soluzione robotizzata «tradizionale» non è competitiva.

La possibilità di lavorare fianco a fianco con le persone ispirerà nuove soluzioni e nuovi spunti di creatività. Per questo motivo, nell’ambito di Technology Hub (20-22 aprile 2017, Milano, fieramilanocity) verrà organizzata l’Area Dimostrativa Robotica Collaborativa, uno spazio dimostrativo in cui i visitatori potranno ammirare i cobot impegnati in operazioni di handling, assemblaggio e controllo qualità, interconnesse con tecnologie di Internet of Things.

Fra le tecnologie coinvolte ci saranno robot collaborativi che lavorano senza separazione di spazio tra uomo e robot, telecamere 2D e 3D, IoT a supporto e integrazione del controllo qualità, connessione wireless della cella, intelligenza artificiale per controllo qualità.

Saranno partner dell'iniziativa Universal Robots, Alumotion e Orobix.

L’area dimostrativa di Technology Hub sarà asservita da un robot mobile MiR che prima si posizionerà a fianco della stazione di kitting, e riceverà i pezzi da montare da un robot UR10 che riconoscerà il loro posizionamento.

Il robot Mir si sposterà successivamente in zona controllo dove un robot UR5 con visione preleverà le parti e le posizionerà sotto la stazione di controllo qualità che avrà una camera 3D laser con un software di Intelligenza artificiale.

Una volta effettuato il controllo il robot UR5 in mezzo ai due tavoli sposterà il pezzo nella zona assemblaggio dove un robot UR3 unirà le parti.

Il pezzo assemblato verrà successivamente messo in una cesta e l'operatore che la presiederà rismonterà le parti e le rimetterà su MiR che le riporterà alla stazione di kitting.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO