Ricoh: l’additive manufacturing è qui

La stampante 3D Ricoh Am S5500P

Ricoh ha presentato al formnext di Francoforte la  AM S5500P, una stampante 3D progettata per supportare materiali che garantiscono elevati livelli di qualità.

Si tratta di un sistema di stampa a tecnologia SLS (Selective Laser Sintering) orientato a fornire qualità e velocità elevate e supporta i materiali PA6 (poliammide) e PP (polipropilene), di importanza strategica per il settore manifatturiero e in particolare per l’industria dell’automotive.

La stampante 3D Ricoh Am S5500P
La stampante 3D Ricoh Am S5500P

Con la sinterizzazione laser selettiva la AM S5500P è in grado di produrre oggetti ad alta risoluzione e durevoli utilizzando oltre ai classici materiali polimerici (come ad esempio PA11 e PA12) anche i PA6 e PP. In tal modo può essere impiegata per realizzare componenti automobilistici di grandi dimensioni per test funzionali oppure prodotti finiti.

Il suo volume di costruzione è di 550 mm (ampiezza) × 550 mm (profondità) × 500 mm (altezza).

Come avevamo anticipato QUI per il suo sviluppo la società ha collaborato con Aspect, società con cui continuerà a collaborare per sviluppare materiali proprietari e migliorare le funzionalità.

L'Italia sarà uno dei mercati principali della strategia europea: verrà istituita una business unit dedicata all'additive manufacturing. Ricoh offrirà un supporto end-to-end alle aziende, che include progettazione/design/ingegnerizzazione, prototipazione rapida, competenze tecniche su tecnologie e materiali, servizi di finitura, supporto post-vendita.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here