Regalarsi o regalare una stampante 3D

Prezzi sempre più bassi per la stampa domestica 3D – Ma non ancora tali da renderle appetibili per un regalo d’impulso, per Natale o qualsiasi ricorrenza.  O no?

La stampa 3D sta divendando sempre più fenomeno di massa e sempre più persone, anche se non particolarmente ferrate in modellazione tridimensionale, sono incuriosite da questa tecnologia al punto di volere una stampante 3D in casa. D’altra parte ormai ci sono siti come Thingiverse o Shapeways, dai quali è possibile scaricare gratuitamente migliaia di modelli tridimensionali in formato .stl (il formato standard dei file per la stampa tridimensionale) già pronti e ci sono tanti programmi gratuiti, come Slic3r ad esempio, che permettono di trasformarli in maniera intuitiva nelle istruzioni necessarie a pilotare le stampanti. In questo modo ottenere un oggetto 3D è facile quasi quanto stampare un foglio di carta su una stampante a getto d’inchiostro. E poi, con un po’ di impegno in più, si potrà cominciare a crearsi da soli i modelli, magari con un CAD gratuito e facile da usare come Tinkercad di Autodesk, che non è nemmeno necessario scaricare perché funziona online. Dei CAD gratuiti adatti per la stampa 3D abbiamo tra l’altro scritto qui.

cube3_banner_buynow_c

Un regalo per tutti

Con questi presupposti non è difficile azzardare che le stampanti 3D più economiche potrebbero rappresentare un probabile regalo che anche gli italiani chiederanno quest’anno in occasione delle festività, di un compleanno o, sia mai, di un matrimonio (o che decideranno di regalarsi). In qualche caso questo regalo rappresenterà le basi per una passione, in altri magari un possibile lavoro futuro, in altri ancora un oggetto che verrà abbandonato presto dopo aver stampato qualche fischietto o statuina. Il problema però è che costano, in genere, ancora un po’ troppo per diventare un regalo di massa. Quella di Hamlet, per fare un esempio, viene venduta su Amazon in questo momento a 1376 euro. La MakerBot Replicator Mini, sempre per fare un altro esempio, è venduta qui a circa 1500 euro, mentre la Galileo Smart di Kentstrapper costa 749 euro. In arrivo anche la bellissima Cube di 3D Systems, che si può preordinare qui a 989 euro. Buoni prezzi, ma ancora non tanto buoni per un regalo veramente di massa. Però anche in questa direzione le cose stanno cambiando velocemente.

new_matter_hero_02

Una stampante che costa veramente poco

Si chiama New Matter MOD-T ed è una tra le più economiche (forse la più economica, al momento) stampanti 3D al mondo. Bill Gross e Stephen Schell, fondatori di New Matter, la stanno vendendo sulla piattaforma per raccolta fondi (crowdfunding) Indiegogo per appena 249 dollari, circa 180 euro (inizialmente c’era un modello anche da 149 dollari, esaurito). Hanno raccolto nel corso di questa campagna, ad oggi, quasi 550.000 dollari. Molto bella da vedere con il suo design minimalista, è stata progettata per ridurre il numero dei componenti e quindi il costo. Il sistema di movimento, in attesa di brevetto, fa muovere la testina soltanto in alto e in basso, mentre è il piatto di stampa che si muove sugli altri due assi. Nei più diffusi modelli a deposizione di filamento invece la testina si muove su tre assi per formare l’oggetto tridimensionale su un piatto immobile. Molto facile da usare, può essere pilotata anche da smartphone e tablet via Wi-Fi. Le spese per la spedizione internazionale sono di 90 dollari. Ce la regaliamo?

LASCIA UN COMMENTO