Prototipazione veloce per la robotica italiana

Qbrobotics si è avvantaggiata di significative efficienze di prototipazione, sfruttando una maggiore personalizzazione con la stampa 3D di Stratasys.

Azienda italiana di automazione, qbrobotics, è specializzata nella produzione di robotica soft prodotta con metodi tradizionali di produzione. Dopo diversi anni di lunghi tempi di consegna, la società si è rivolta alla stampa 3D di Stratasys per accelerare il processo di prototipazione.

Dall'integrazione della stampa 3D nelle sue operazioni, qbrobotics non solo ha ridotto i costi di prototipazione per un sostanziale 90% e tempi di consegna ridotti dell'85%, ma ha anche goduto di una maggiore personalizzazione dei prototipi.

Pionieri della robotica soft

Originariamente creata come spinoff dell'Università di Pisa, qbrobotics è ora riconosciuta come pioniera nella robotica soft di nuova generazione, che per sua natura richiede materiali flessibili che mimano il movimento umano.

Poiché questi hanno un ruolo diretto nella vita delle persone, l'azienda implementa tecnologie all'avanguardia su tutta la sua linea produttiva. Questi prototipi sono frutto di un ampio sviluppo e di test funzionali, che servono ad assicurarsi che passino le norme di sicurezza per l'uso umano prima di passare alla produzione finale.

Il portafoglio della società comprende due macchine innovative: il qbmove - una piattaforma modulare per la costruzione di soft robot, e la mano robotica qbhand.

In precedenza la società utilizzava metodi di produzione tradizionali durante il suo processo di prototipazione, anche se questo in genere richiedeva lunghi tempi di consegna e costosi costi di prototipazione. Le necessarie iterazioni si rivelavano costose e ritardavano ulteriormente la produzione.

Queste strozzature di produzione hanno portato qbrobotics a esplorare le potenziali efficienze di prototipazione realizzabili con la stampa Stratasys FDM 3D con l'acquisto di una stampante Fortus 250 3D.

Sveltire la prototipazione

Come ha detto Fabio Bonomo, Ceo e designer di qbrobotics, «ottenere il benessere del cliente abbinandolo a una rapida produzione della robotica è fondamentale per il nostro funzionamento e per questo abbiamo richiesto un processo di prototipazione che superasse i tradizionali colli di bottiglia di produzione senza compromettere la qualità».

Secondo Bonomo la stampa 3D ha completamente trasformato il ciclo di prototipazione dell'azienda, portando notevoli risparmi di efficienza come conseguenza.

«Con la capacità di iterare spesso e realizzare progetti complessi, la tecnologia di stampa 3D di Stratasys ci consente di determinare il design migliore senza incorrere in tempi considerevoli e penalità sui costi. Questa capacità ha ridotto il nostro costo di prototipazione del 90% e ora stiamo producendo prototipi completamente funzionali l'85% più velocemente rispetto al nostro precedente metodo».

Cambia il modello di business

Utilizzando il materiale di stampa 3D ABSplus ad alta resistenza, l'azienda produce ora prototipi di lunga durata che si comportano come il robot personalizzato finale. Questo consente alla società di valutare e testare i disegni nei confronti dei singoli requisiti dei clienti.

«I nostri metodi precedenti non hanno fornito le capacità per produrre un prototipo di robotica personalizzata in modo economico e quindi non c'era un'opportunità di business fattibile per noi. Ora invece la stampa 3D ci permette di sviluppare la robotica con le migliori funzionalità, ergonomia e estetica per soddisfare le esigenze dei singoli clienti. Ciò è fondamentale per mantenere la qualità della vita dei nostri clienti».

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here