Veterinaria 3D: il nuovo becco di Gigi è stampato in metallo

In Brasile una protesi in titanio realizzata con la stampa 3D ha salvato la vita a Gigi, un pappagallo della specie macaw blu sul quale è stata impiantata una protesi di becco.

Vittima del commercio illegale degli uccelli selvatici, il volatile liberato in un’operazione di polizia, è stato sottoposto a un’operazione condotta da un team di veterinari che, presso l’Animal Care Center di Ipiranga, vicino a Sao Paulo, lo scorso febbraio ha impiantato una protesi realizzata dagli esperti della Renato Archer Technology e dell’Information Center di Campinas, sempre in Brasile.

Pionieri nell’uso della stampa 3D per salvare la vita degli animali selvatici, il team soprannominato “Avengers”, composto da un veterinario, un designer 3D, da uno specialista in ricostruzioni facciali e un dentista veterinario non è nuovo a queste imprese.

Dopo aver ricostruito il guscio della tartaruga Freddy vittima di piramidalizzazione, malattia che non permette al carapace di svilupparsi normalmente, quasi sempre a causa di una cattiva nutrizione, e il becco spezzato del tucano Grecia, il team si è messo al lavoro per porre rimedio all’ennesima crudeltà umana.

Questa volta, però, senza utilizzare plastiche ottenuta dalla lavorazione del mais completamente biodegradabile, bensì ricorrendo a un metallo duro come il titanio, particolarmente utile, in quanto biocompatibile, leggero e resistente alla corrosione, per realizzare il mezzo con cui i pappagalli sono soliti aprire semi e rompere gusci particolarmente duri.

La protesi, realizzata a partire da un modello digitale in 3D, è stata creata utilizzando un Mlab cusing R della Concept Laser e fissata con cemento osseo e viti ortopediche.

Appena 48 ore dopo l’intervento Gigi ha potuto provare il suo nuovo becco e, dopo un recupero che ha dell’incredibile, è in attesa di un collocamento in uno zoo dove i visitatori potranno ammirare lui e la tecnologia che ha permesso di salvargli la vita.

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here