Microsoft pensa a un nuovo file di stampa 3D

A San Francisco, nel contesto della conferenza annuale dedicata agli sviluppatori, Build 2015, Microsoft sta presentando anche la propria idea di 3D printing, che potrebbe concretizzarsi in un nuovo formato di file da mettere a disposizione del prossimo Windows 10.

La società aveva iniziato ad avvicinare la stampa 3D con il supporto dei file STL in Windows 8.1.

Ora si tratta di fare qualcosa di più. Secondo le anticipazioni la casa di Redmond punta a creare un nuovo formato di file in grado di intercettare tutte le complessità, le variabili, le sfaccettature della modellazione per la stampa 3D, che possa superare le estreme semplificazioni dell'STL.

L'obiettivo a cui tendere, stando alle affermazioni dei curatori del progetto, è quello di creare un nuovo comune denominatore fra le articolate funzioni dei software di modellazione e dell'hardware. Il formato del file dovrà supportare meglio lo scambio di informazioni durante il processo di stampa in 3D e perciò contenere una definizione completa del modello stampato, in un modo da consentire un'elaborazione inequivocabile del modello. Dovrà anche essere un formato di file pratico, semplice da capire, facile da implementare e dovrà consentire la gestione di informazioni aggiuntive che gli attuali file STL trattano con difficoltà, come il colore o la struttura della superficie.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO