La stampa 3D a metallo punta alle Pmi

Desktop Metal ha ottenuto un ulteriore finanziamento di 45 milioni di dollari per sviluppare stampanti 3D desktop a metallo.

L'azienda americana mira a portare le capacità di stampa 3D a metallo verso le piccole e medie imprese e i singoli progettisti, ossia quei soggetti che non possono sostenere i costi delle attuali tecnologie.

L'investimento è sostenuto da GV (Google Ventures) insieme a BMW iVentures e alla divisione venture di Lowe.

Il finanziamento ottenuto porta il capitale totale raccolto da Desktop Metal per lo sviluppo della stampante 3D desktop a metallo a 97 milioni di dollari.

Il Ceo e co-fondatore di Desktop Metal, Ric Fulop, manager con un passato in varie startup come A123 Systems e come partner di North Bridge (che ha sostenuto lo sviluppo di MarkForged, OnShape, Protolabs e SolidWorks) ha detto che il finanziamento consentirà di procedere con la ricerca e sviluppo fino alla produzione delle sue prime stampanti.

Non è ancora chiaro come funzionano le desktop a metallo. Si sa però che non impiegano il laser. Le stampanti realizzate da Desktop Metal potranno realizzare prototipi e parti metalliche pronte per essere utilizzate in produzione.

Per Fulop potranno essere utiizzate da subito in una varietà di settori, in particolare in quelli automobilistico e medico.

L'interesse diretto di BMW iVentures lo conferma. La casa di Monaco di Baviera sta lavorando a stretto contatto con Desktop Metal per esplorare le possibilità di utilizzo della sua tecnologia nel settore automobilistico. Un metodo di stampa 3D a metallo a basso costo potrebbe avere un impatto notevole sulle attività di progettazione e sviluppo automobilistico, oltre che risolvere il problema del magazzinaggio delle parti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here