Mercato 3D, di Canalys le stime più alte

La danza delle cifre attorno alla stampa 3D e al suo indotto, ormai in atto da alcuni anni, non dà segni di voler fermarsi.

Dopo la londinese Context, che per il 2015 ha fissato il mercato del globale per la stampa 3D (che comprende non solo l’hardware ma anche materiali e servizi) a 4,1 miliardi di dollari prevedendo che possa salire a 16,2 miliardi entro il 2020, è toccato a Canalys sfornare dati più entusiasmanti.

La società di ricerche inglese ha decretato che il mercato mondiale delle stampanti 3D, unitamente ai materiali e servizi associati, nel 2015 ha fruttato 5,2 miliardi di dollari.

Praticamente il mercato 3D ha registrato una crescita del 56% rispetto ai 3,3 miliardi rilevati per il 2014.

Canalys ha anche stimato che per il 2019 il mercato 3D possa oltrepassare il tetto dei 20 miliardi, posizionandosi a 20,2 miliardi di dollari.

Una crescita determinata da un CAGR (Compounded Average Growth Rate) annuale del 44% nel quinquennio 2014-2019.

I determinanti di questa crescita impetuosa sono indicati da Canalys nel consolidamento della stampa 3D sui mercati asiatici ed europei, nell'affermazione della manifattura additiva in nuovi settori, anche grazie al superamento della tecnologia a deposizione da parte della stereolitografia, che diventerà sempre meno costosa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here