Ripresa della meccanica: tutto esaurito a Mecspe

La meccanica è un comparto vitale che si è lasciato alle spalle la difficile congiuntura: è  il quadro delle imprese della meccanica e subfornitura italiane che emerge dall’ultima edizione dell’Osservatorio Mecspe.

Oltre 6 imprenditori su 10 (65,5%) sono soddisfatti delle performance delle proprie aziende, forti di fatturati a fine 2016 che in confronto al 2015 sono stimati in crescita dal 37% e stabili dal 49,7%, e dalla sostanziale stabilità del numero dei dipendenti (per il 72,9%). Gli ordini sono adeguati alle esigenze finanziarie (78,6%), la liquidità è buona per il 60,2%, ma soprattutto c’è un’estrema fiducia nel buon andamento del mercato, nel breve periodo, con quasi la metà delle imprese (47,9%) che prevede una crescita e il 44,8% stabilità.

Mecspe verso il record

E i numeri di Mecspe 2017 confermano queste indicazioni. La manifestazione punto di riferimento per il manifatturiero 4.0, infatti, registra numeri da record con oltre 1.800 espositori presenti e oltre 40mila visitatori attesi che animeranno i 105mila metri quadrati di superficie espositiva dei padiglioni di Fiere di Parma, che saranno tutti occupati.

Ai tradizionali padiglioni 2 (con i saloni Macchine utensili e Trattamenti e Finiture), 3 con Macchine Utensili e Subfornitura meccanica), 5 (che ospita Fabbrica Digitale, Subfornitura Elettronica, Motek Italy, Control Italy, Power Drive, Logistica), 6 (con Eurostampi e il salone Additive manufacturing) si affiancheranno, infatti, l’8 che accoglie la richiesta di partecipazione di aziende che lavorano nelle diverse aree della Subfornitura e dei Trattamenti e Finiture e il padiglione 4, che sarà cuore mostra della prossima edizione e sarà interamente dedicato alla Fabbrica Digitale 4.0.

Un padiglione 4.0

Da sempre attenta a presentare alle imprese italiane i trend e l’evoluzione tecnologica del comparto, MECSPE 2017 mette al centro dell’esposizione le tematiche 4.0 dedicando loro l'intero padiglione 4, dove sarà possibile vederne la versatilità e il potenziale applicativo, attraverso la realizzazione di una serie di iniziative come, l’area dedicata al reverse engineering e all’additive manufacturing, nuovi orizzonti della progettazione, dove si eseguiranno le diverse fasi di lavorazione: dalla scansione all’acquisizione dati, dalla rielaborazione delle matematiche alla realizzazione di file per produzione additiva, per arrivare alla riproduzione dell’oggetto tramite additive manufacturing.

Inoltre, verrà individuato un particolare, prodotto con tecnologie ad asportazione di truciolo, che sarà poi realizzato anche con tecnologie additive, esaltando gli aspetti di velocità, alleggerimento, riduzione dei tempi di assemblaggio e dei costi (per produzioni customizzate). O, ancora, l’iniziativa “Connected manufacturing process” dove sarà mostrata una cella di lavorazione auto-ottimizzante, che mostrerà come le macchine utensili rese “intelligenti” mediante l’Internet of Things e l’integrazione di sistemi di misura e controllo, consentano attività di monitoraggio del funzionamento operativo e della gestione della commessa, fornendo allo stesso tempo informazioni per l’efficientamento dei costi aziendali.

Spazio anche alla Robotica collaborativa e logistica 4.0, un’area in cui i visitatori potranno ammirare i cobot impegnati in operazioni di handling, assemblaggio e controllo qualità, interconnesse con tecnologie IoT. In particolare, il controllo dimensionale mostrerà l’intelligenza artificiale (deep learning), mentre l’assemblaggio sarà di tipo adattivo. Infine, un innovativo sistema di visione aumenterà la sicurezza e la produttività del robot tramite un evoluto sistema predittivo per estendere e migliorare la condivisione degli spazi tra uomo e robot. Per dimostrare come sia possibile che umani e cobot collaborino in sicurezza verrà realizzato un bar tecnologico dove i robot saranno al servizio dei visitatori per offrire bevande e snack.

Per mostrare i vantaggi che le tecnologie 4.0 potranno dare ai diversi settori del manifatturiero, il padiglione 4 ospiterà l’Area Motorsport, dove alla parte officina, che mostrerà sei filiere dedicate alle tecnologie più innovative per le lavorazioni di precisione in ambito fresatura e tornitura, si affiancherà una parte espositiva con veicoli da competizione e particolari performanti degli stessi e un simulatore di guida basato sulla realtà Virtuale “Oculus Rift”, gestito dal team Unipr Racing dell’Università di Parma, che permetterà al visitatore di vivere le emozioni della guida su un circuito da corsa.

Panoramica completa

Mecspe 2017 sarà quindi una manifestazione in grado di dare una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative grazie alla sinergia dei suoi 11 Saloni tematici, dei 50 momenti formativi, delle 10 Piazze dell’eccellenza e delle 10 Unità dimostrative, che mostreranno dal vivo processi e soluzioni, capaci di imprimere una concreta trasformazione al manifatturiero italiano.

Trattamenti e Finiture - il Salone biennale dedicato ai trattamenti e alle finiture delle superfici, che quest’anno amplia il proprio raggio d’azione al legno e avrà un focus sulle nanotecnologie - affiancherà il Salone Macchine e Utensili con il meglio della filiera delle lavorazioni meccaniche ad asportazione di truciolo e degli utensili innovativi a cui è dedicato un quartiere. In Eurostampi, Macchine e subfornitura Plastica sarà possibile vedere le differenti lavorazioni della plastica e le lavorazioni della gomma, mentre Additive Manufacturing mostrerà le applicazioni di rapid prototiping e 3D printing per incrementare l’efficacia e l’efficienza del processo produttivo e di prototipazione, garantendo maggiore flessibilità con costi e tempi ridotti. Come lo scorso anno, verrà data ampia visibilità all'intero settore della subfornitura industriale, non solo in ambito plastica, ma anche in quello meccanica ed elettronica: Subfornitura Elettronica, una vetrina sul mondo dell’outsourcing elettronico, dove aziende di assemblaggio e di progettazione possono presentare le loro competenze e il loro know how, presentandosi come fornitori e non solo come potenziali clienti, mentre il salone Subfornitura Meccanica esalterà le lavorazioni industriali conto terzi, presentando fornitori specializzati e all’avanguardia. Completa l’offerta il Salone dedicato alle tecnologie per l’informatica industriale, l’identificazione, la sensoristica, l’IoT e il cloud manufacturing, che sarà inserito in un contesto totalmente dedicato all’automazione attraverso la sinergia con Motek Italy e le sue soluzioni per manipolazione, assemblaggio e automazione di fabbrica; Control Italy, con le strumentazione di testing, di misura e controllo per la qualità; Power Drive, dedicato ai sistemi e componenti per la trasmissione di potenza meccanica, oleodinamica-pneumatica e di meccatronica e il Salone Logistica con focus su movimentazione e material handling industriale, in un’ottica di lean manufacturing e supply chain management.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here