Il legno stampato in 3D apre le porte ai modelli complessi

Alcuni ricercatori della Columbia University hanno stampato in 3D il legno e hanno documentato il loro progetto di ricerca in uno studio.

La ricerca di Fabian Stute, Joni Mici, Lewis Chamberlain e Hod Lipson, verteva stampare un blocco di legno agendo a livello di voxel, per consentire consente la creazione di oggetti con ricche trame interne.

La stampa 3D multicolore, spiegano i quattro ricercatori nell'abstract del loro studio, viene in genere utilizzata per trame cromatiche esterne avvolte attorno a un nucleo monomateriale.

In questo caso, invece, si è trattato di realizzare e documentare un flusso di lavoro di produzione digitale comprendente l'imaging tomografico e la stampa 3D a livello di voxel, per replicare sia la struttura del colore superficiale, sia la struttura interna del colore di materiali organici anisotropi, come appunto il legno.

I campioni di legno utilizzati dai ricercatori della Columbia University sono stati tagliati a intervalli di 27 micrometri e sono stati ripresi utilizzando un mulino computerizzato a controllo numerico (CNC) dotato di fotocamera.

Il blocco risultante di 230 immagini è stato preparato per la produzione con una stampante 3D compatibile voxel, una Stratasys J750 PolyJet a colori, utilizzando un algoritmo di dithering stocastico.

L'oggetto risultante finale stampato in 3D ricorda da vicino il blocco di legno originale, sia nel suo aspetto esterno che nel suo schema di colore interno, come confermato quando il blocco viene tagliato o spezzato.

Il flusso di lavoro presentato dai ricercatori può essere impiegato nella replica digitale di oggetti con modelli interni complessi che finora sono stati impossibili da produrre.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here