Varese: 7 stampanti 3D per 7 scuole

Presentato il nuovo progetto di Confartigianato Imprese Varese con la sua officina digitale Faberlab, per aprire agli studenti gli orizzonti della digital fabrication.

FaberSchool si propone di portare una stampante 3D in ogni scuola della provincia di Varese puntando a stimolare la collaborazione tra professori, dirigenti scolastici, alunni e genitori, istituzioni.

Il progetto è stato presentato nella sede provinciale di Confartigianato Imprese Varese, dal presidente Davide Galli, dal direttore generale Mauro Colombo, dal responsabile del servizio formazione Umberto Rega, da Angelo Bongio del servizio Innovazione e Internazionalizzazione e da Lorenzo Migliorini di Comingtools. Presente anche Riccardo Luna, il Digital Champion italiano.

A oggi sono 7 gli istituti interessati dal progetto di Confartigianato Varese: l’Isis Valceresio (indirizzi liceali e professionali) a Bisuschio, l’Isis Newton (Itis e Ipsia) di Varese, il Padre Monti (grafica) di Saronno, il Liceo Scientifico Ferraris di Varese, l’Enaip (centro formazione professionale) di Busto Arsizio, il Ponti (Itis e Ipsia) di Gallarate e il Marie Curie di Tradate.

FaberSchool: formare tre docenti per ogni istituto

Con Comingtools (partner fornitore di hardware Sharebot) si procederà alla formazione, al Faberlab di Tradate, di tre docenti per ogni istituto che affiancheranno i ragazzi nell’uso delle stampanti cedute alle scuole. Le stampanti, diverse fra loro, sono in grado di soddisfare le esigenze e le aspettative di ogni diversa scuola coinvolta: basic per i licei, leggermente avanzata per le scuole tecnico-professionali. Fra queste c'è la Materia101, la prima stampante 3d prodotta da Arduino su base Sharebot.

Le scuole coinvolte nel progetto saranno riconosciute “FaberSchool” con apposito protocollo siglato tra Confartigianato Imprese Varese, Provveditorato agli Studi della Provincia di Varese e le singole scuole.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO