Lavoro: la domanda di competenze di stampa 3D cresce del 60%

I progressi che sta facendo la stampa 3D riguardano anche i posti di lavoro. E, cosa tipica per i settori in crescita, servono persone in grado di diffondere conoscenza.

Lo sostiene la società americana Wanted Analytics, specializzata in talent management e risorse umane, che ha pubblicato l'esito di una ricerca riguardante i settori che hanno fame di competenze riguardanti la stampa 3D e la manifattura additiva in genere.

A gennaio di quest'anno la società ha rilevato migliaia di offerte di lavoro rivolte a candidati con queste competenze, il 60% in più rispetto allo stesso periodo del 2014.

Tra i settori che hanno manifestato il bisogno di persone con competenze di 3D stampa e produzione additiva, il manufacturing ha prodotto il maggior numero di annunci di lavoro, ma in calo però del 27% anno su anno.

Il grosso della crescita proviene dai settori dei servizi: professionali, tecnici e scientifici (148% in più rispetto al 2014), così come da quelli del settore education (+60%).

In sostanza, si stanno assumendo persone che possano insegnare agli altri a fare 3D.

In campo manifatturiero, il grosso della domanda è venuto da aziende informatiche produttrici di periferiche. Hanno cercato esperti di stampa 3D anche aziende di servizi di ingegneria, software e ricerca e sviluppo.

I settori che richiedono competenze in ambito 3D printing e manifattura additiva - Wanted Analytics febbraio 2015
I settori che richiedono competenze in ambito 3D printing e manifattura additiva - Wanted Analytics febbraio 2015
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO