La manifattura corre verso il 4.0

Il made in Italy ricomincia a correre: dopo i segnali di ripresa evidenziati lo scorso anno, nel primo semestre del 2015 è migliorato ulteriormente il trend  di ripresa del nostro Paese: Istat ha rivisto al rialzo le stime del Pil relative al primo e al secondo trimestre del 2015. Nei primi tre mesi di quest'anno, il Pil è aumentato dello 0,4% mentre, nel secondo trimestre, il Paese è cresciuto dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti e dello 0,7% nei confronti del secondo trimestre del 2014.

Il quadro positivo è confermato dall’Osservatorio Mecspe, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione che si svolgerà a Parma dal 17 al 19 marzo 2016. Secondo la ricerca realizzata su un campione di 330 aziende del settore della meccanica, nei primi sei mesi del 2015 il grado di soddisfazione delle aziende è in crescita.

I dati dell'Osservatorio Mecspe

Se nel 2014 il 45,1% del campione si dichiarava altamente soddisfatto dell'andamento della propria società, quest'anno il numero è salito al 64%. Dalla ricerca è emerso inoltre che l'indice di soddisfazione lievita con l'aumentare del numero dei dipendenti: più è grande l'azienda, maggiori sono le risposte positive. Prendendo in esame realtà che contano al loro interno da 10 a 49 lavoratori, la massima soddisfazione è espressa dal 62% del campione, arrivando a superare l'82% per le imprese con oltre 50 dipendenti.

Dall'Osservatorio si evince come da gennaio a giugno 2015 il fatturato è aumentato per il 47% delle imprese rispetto allo stesso periodo del 2014 e come le previsioni per i prossimi sei mesi siano decisamente positive. Quasi la metà delle aziende, infatti, conta di migliorare il proprio fatturato nel secondo semestre rispetto ai primi sei mesi dell'anno.

Per il Direttore di Senaf, Emilio Bianchi, il trend «conferma la previsione positiva dell'ultimo nostro Osservatorio che preannunciava la definitiva uscita dalla crisi e la ripresa economica. Oggi possiamo tranquillamente affermare che quei dati rappresentano effettivamente lo specchio del mercato con una prospettiva rosea per il futuro».

I segnali di vitalità trovano riscontro anche nella crescente propensione a investire in ricerca e sviluppo. Dai dati dell'Osservatorio Mecspe emerge  che quasi 9 aziende su 10 ha investito parte del fatturato in ricerca e innovazione nei primi sei mesi del 2015. Aumentata anche la formazione dei dipendenti. Nel primo semestre di quest'anno il 55,4% delle aziende ha investito in formazione interna con più di 10 ore, contro il 49% dello scorso anno.

LASCIA UN COMMENTO