Il mercato della stampa 3D desktop raddoppia

Nel primo trimestre del 2015 le vendite globali di stampanti 3D sotto i 5.000 dollari, le cosiddette stampanti desktop, sono cresciute del 24% rispetto al precedente periodo e del 114% anno su anno, ossia rispetto allo stesso trimestre del 2014. Più che un raddoppio.

Lo rileva la società di ricerche di mercato Context.

La società inglese ascrive la buona performance all'ingresso di più marche nel mercato, all'ampliamento dei canali globali e al successo delle iniziative di finanziamento, anche di crowdfunding.

È il mercato nordamericano a trainare il comparto, con il 63% di tutte le spedizioni globali delle stampanti desktop, seguito dall'Europa occidentale con il 20%.

I primi cinque vendor a livello mondiale nel periodo sono XYZPrinting (Da Vinci), 3D Systems (Cube/Cubify), M3D (The micro), Stratasys (MakerBot) e Ultimaker.

E se per XYZPrinting, 3D Systems e Ultimaker ci sono stati buoni guadagni anno su anno, MakerBot ha dovuto far fronte a diverse difficoltà.

M3D è un progetto alimentato da una campagna su Kickstarter che ha avuto grande successo e che ha fruttato oltre 3.4 milioni di dollari (10.800 prenotazioni) per la stampante 3D "The Micro", offerta durante la campagna per 299 dollari.

Nel settore industriale domina sempre Stratasys. 3D Systems registra un aumento anno su anno in virtù dei buoni prezzi applicati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here