IDC: mercato 3D printing 2016 a 13,2 miliardi di dollari

Gli acquisti mondiali di stampanti 3D, materiali, software, e servizi connessi al 3D printing nel 2016 sono stati di 13,2 miliardi di dollari. La spesa globale crescerà con un tasso composto annuale (CAGR 2015-2020) del 22,3%, a raggiungere 28,9 miliardi di dollari nel 2020. Lo afferma IDC, con l'aggiornamento semestrale sullo stato del mercato mondiale del 3D printing.

Fate spazio all'Europa

Nel periodo in esame un quarto dei ricavi riguarderà il mercato statunitense. Europa occidentale, l'area Asia/Pacifico (escluso il Giappone) e il Giappone stesso, insieme realizzeranno più del 50% del totale dei ricavi. La crescita più rapida verrà dalle regioni dell'Est Europa e dal Medio Oriente e Africa (MEA).

Ma è soprattutto l'Europa occidentale a essere attesa da buone performance. Secondo l'analista il Vecchio continente riuscirà a chiudere il gap con gli Stati Uniti entro il 2020.

La produzione discreta è il settore dominante per la stampa 3D, fornento più di due terzi di tutte le entrate in tutto il mondo. E se tutte le industry registreranno una crescita del fatturato di oltre il 100% nel periodo di previsione, il settore della sanità passerà dalla quinta posizione del 2016 alla seconda del 2020, capace di esprimere un fatturato in crescita a più di 3,1 miliardi di dollari, spinto da forti investimenti degli operatori sanitari, sia negli Stati Uniti, sia in Europa occidentale.

Ampia varietà di macchine, di materiali e prezzi più bassi spingono la diffusione della stampa 3D. Secondo la research analyst Carla La Croce, "la stampa dentale è in rapida crescita, con la prospettiva di raggiungere una delle quote di mercato più elevate in un prossimo futuro (circa il 15% nel 2020), così come la stampa 3D per impianti medici e dispositivi (quasi il 13% nel 2020). La rivoluzionarietà del 3D sta nello scoprire nuove nicchie di mercato e nuovi usi futuri. IDC identifica il settore sanitario, come quello con il più alto potenziale di crescita".

IDC mercato 3d printing dollari

Le industry che genereranno i maggiori ricavi per la stampa 3D nel 2016 sono automotive design - prototipazione rapida (più di 3,9 miliardi di dollari) e aerospaziale e difesa (quasi 2,4 miliardi). Il tooling e la stampa di componenti emerge come un mercato significativo già nel 2016.

Entro il 2020, il dentale diventerà un grande settore, terzo per generazione di ricavi in tutto il mondo, mentre la stampa di dispositivi medicali, di impianto e protesi saprà generare un fatturato a livello mondiale di più di 1 miliardo di dollari.

Gli acquisti di stampanti e materiali combinati produrrà quasi due terzi dei ricavi totali in tutto il mondo per tutto il periodo di previsione 3D. IDC prevede che i ricavi per il software CAD triplichino nel periodo di previsione di cinque anni, mentre il mercato dei servizi on-demand di parti saranno saranno trainati da questa crescita.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO