I test per capire se la stampante 3D funziona bene

Il torture test di Make

È possibile misurare con un test le prestazioni di una stampante 3D? Certamente.

Il modo più semplice è  stampare un cubo con il lato da 20 mm e poi misurare le sue dimensioni con un calibro.

Per verificare che non ci siano deformazioni lungo gli assi si può stampare un cilindro per poi controllare la perfetta circolarità.

Oltre alle misure geometriche e alla regolarità dei livelli deposti, si può controllare il comportamento della macchina in presenza di condizioni “limite” come particolari inclinazioni, parti sospese, dettagli minuti o fori.

Su Internet, in particolare su Thingiverse, troviamo molti file che ci possono aiutare nel verificare le prestazioni (benchmark) di una stampante e anche ad eseguire contronti tra diversi modelli.

Il vantaggio di utilizzare uno di questi file è che troverete più test raccolti in un solo modello: comodo e rapido.

Make: Torture Test

La rivista Make alcuni anni fa creò un test di stampa per effettuare una prova comparativa di una dozzina di stampanti. Il file in seguito alla pubblicazione dell'articolo diventò molto popolare e ancora oggi, a distanza di qualche anno, viene utilizzato da molte persone per verificare le prestazioni della propria macchina. Il Test di Make mette alla prova varie capacità di stampa analizzando come la macchina si comporta con gli overhangs e con le parti sospese utilizzando un insidiosissimo “ponte sospeso”. Il file verifica il comportamento della stampante in presenza di spessori sottili, l'efficienza della retraction e il rispetto delle misure. Questo è un test veramente completo che potete utilizzare per analizzare le prestazioni della vostra macchina.

Il torture test di Make
Il torture test di Make

 

3DBenchy

Un altro torture molto utilizzato è 3DBenchy, una barchetta dall'aspetto innocuo, ma capace di mettere “ko” le stampanti più sprovvedute. Il file è stato progettato in modo da offrire una serie di caratteristiche geometriche molto particolari e difficili da trattare in fase di stampa. Il modello va stampato in scala 1:1 senza l'utilizzo di supporti. Per la stampa sono necessarie quasi due ore. Lo scafo della barca mette alla prova le capacità di gestire l'overhang e serve per misurare la regolarità degli strati, il tetto con il comignolo serve per misurare la capacità di bridging, le forme cilindriche si possono misurare con un calibro per testare le simmetrie e la presenza di distorsioni. Anche il file è particolare: è un modello in formato STL ad alta risoluzione con una deviazione massima di 0,001 mm dal file CAD originale.

Torture test 3Dbenchy

Calibration Tower

Questo test è molto più semplice rispetto ai due precedenti. È formato da un parallelepipedo posto in verticale con indicata una scala di temperature. La “torre” presenta anche dei fori per verificare il comportamento della stampante, per la temperatura impostata, in presenza di overhang. Le “finestre” servono anche per verificare l'effetto della retraction. Per l'utilizzo dovete scaricare il file, e generare i Gcode senza l'utilizzo di supporti. Per il test delle temperature potete procedere in due modi. Per i meno esperti è necessario seguire tutta la fase di stampa e quindi modificare manualmente la temperatura delle stampante. Chi è in grado di modificare i Gcode può modificare il file prodotto (con un editor di testo o con un programma come Repetier Host) per inserire le istruzioni per il cambio di temperatura.

Torture test tower

Bridging Test

Il Bridging test mette alla prova la capacità della vostra stampante di gestire i bridge. Anche questo file è abbastanza semplice e assomiglia a una scala a chiocciola. Una serie di “ponti” a lunghezza variabile si staccano dal cilindro centrale. Anche per questo file non si deve assolutamente utilizzare la generazione di sostegni. I “bridge” dovrebbero apparire senza “barbe” sul lato inferiore. In questo test si prova sia la stampante, sia la corretta impostazione dei parametri di slicing.

Torture test bridge

Altre quattro prove

Su Thingiverse trovate numerosi test se cercate il termine torture.

La maggior parte dei file che troverete vi permette di testare un'unica caratteristica.

Ecco alcuni file che potete verificare:

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here