I Monzamakers portano Caravaggio in 3D

La Flagellazione di Cristo del Caravaggio è stata riprodotta in 3D dai Monzamakers in modo da essere fruibile anche dai non vedenti. Con il solo senso del tatto, infatti, si comprende  il gioco di ombre che ha reso celebre Michelangelo Merisi.

Per farlo è stata utilizzata la tecnologia CJP (ColorJet Printing), che consente di plasmare oggetti in polvere di gesso colorati con l’intera scala cromatica.

caravaggio monzamakersPer quanto riguarda i particolari in ombra,  sono volutamente meno marcati per trasmettere al non vedente le medesime sensazioni provate da un normovedente, che in assenza di luminosità carpisce con lo sguardo forme meno definite. Allo stesso modo le superfici delle parti che nel quadro sono investite dalla luce risultano chiare e distinte al contatto.

Il lavoro di modellazione

La riproduzione del capolavoro di Michelangelo Merisi è stata realizzata a partire da un’immagine del quadro ad altissima risoluzione a cui è seguito un lavoro di studio pratico e teorico per renderlo tridimensionale e per non stravolgerlo, sia dal punto di vista visuale che dal punto di vista concettuale.

L’immagine in 2D è stata quindi utilizzata come punto di riferimento per definire nel dettaglio le profondità create in un secondo momento sulla Flagellazione in 3D. Per riuscirci e creare le  parti con il giusto rilievo i Monzamakers sono partiti dalle differenze di luminosità dell’opera caravaggesca che definiscono le profondità.

Un modellatore ha dato origine ai volumi a mano utilizzando una sorta di pennello virtuale su una tavoletta grafica.

caravaggio monzamakers

Una volta ottenuto il file 3D perfettamente fedele all'opera del Caravaggio, è stata applicata la scansione del quadro. Il meccanismo è lo stesso di un bassorilievo scolpito su un muro su cui un proiettore riproduce un’immagine che si adatta alle sporgenze.

Il passaggio è servito per poter stamparla in 3D. Tolto dalla macchina il quadro in 3D è stato sottoposto a pulitura.

Il risultato è questo:

monzamakers caravaggio

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO