Gioielleria: Smart3D.net innova la fusione a cera persa

Materiali: le innovazioni di Smart3D.net proseguono senza sosta

Proseguendo la propria ricerca nel settore della gioielleria e nei settori che richiedono la fusione a cera persa Smart3D.net ha perfezionato l'utilizzo di un materiale refrattario che consente di ottenere eccellenti risultati.
Quello proposto dalla società di Valenza, ci spiega Andrea Gié, «rappresenta un ulteriore passo avanti e il nostro continuo impegno nel seguire sempre più a fondo i nostri utenti nei processi di produzione».

Il nuovo gesso è stato formulato per fondere vari materiali: modelli in resina, cere da modellista, normali cere per iniezione/produzione, plastiche, polimeri a base cerosa, modelli ibridi resina/cera.

Materiali: le innovazioni di Smart3D.net proseguono senza sosta
Materiali: le innovazioni di Smart3D.net proseguono senza sosta

L'innovazione ha molteplici caratteristiche che perfezionano il processo di produzione.

Si parte da una maggiore capacità di espansione, richiesta dai modelli in resina di oggi.
Aumenta la qualità costante di tutti i lotti di produzione.
La formula di miscelazione è di facile utilizzo, con una mescola cremosa e liscia, faclimente versabile.
Contiene componenti ecocompatibili per la sicurezza e la stabilità del prodotto.
Altra caratteristica è la bassa schiumosità durante il sottovuoto.
La resistenza alla temperatura è elevatissima e consente cicli di burnout velocissimi.
Riduce estremamente la porosità superficiale, risparmianto tempo nella finitura.
Elimina le macchie sulla superficie del metallo.
Ultimo, ma non ultimo, cattura i dettagli più delicati, in ogni fusione.

 

E per avere una globale visione sul modo in cui Smart3D.net sposa la stampa 3D alla gioielleria si può leggere l’articolo sul nuovo numero di 3D Printing Creative

IN DIGITALE su sistemi APPLE CLICCANDO QUI

IN DIGITALE su sistemi ANDROID CLICCANDO QUI

SULLA RIVISTA CARTACEA CLICCANDO QUI

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Salve,ci sono vari tipi sia di stampanti ..sia di resine parlo per il settore orafi ma sarebbe giusto insegnare il metodo de fusione dalla miscelazione del gesso alla temperatura de collagio per ogni tipo de resina riingraziarei tantissimo una risposta.grazie

LASCIA UN COMMENTO