Eos vuol formare esperti di AM in sei mesi

EOS vuole formare esperti di additive manufacturing in meno tempo di quanto ne serva attualement.

La società tedesca ha infatti annunciato una partnership con l’Università di Wolverhampton, istituzione inglese che vanta una grande esperienza nell’ambiente automotive, in Formula 1 e nel campo aerospaziale, e con l’SRH Hochschule di Berlino, scuola rinomata per il suo approccio al mondo degli affari internazionali e del management.

La collaborazione avrà l’obiettivo di introdurre un piano di formazione per creare esperti di stampa 3D attraverso il programma “Additive Manufacturing Application Engineer”.

La collaborazione tra EOS e queste due importanti istituzioni accademiche ha lo scopo di accelerare la curva di apprendimento nel campo dell’AM a livello globale, riducendo le tempistiche necessarie per assimilare queste importanti novità,.

Si punta di passare dai due anni attualmente necessari (secondo una stima di EOS) per consentire a un ingegnere di acquisire un’esperienza sufficiente in questo campo, ai sei mesi che equivalgono alla soglia generale che le aziende si trovano ad affrontare in sede di implementazione della tecnologia AM.

Un risultato di queste proporzioni potrebbe portare un notevole valore aggiunto a tutto il settore dell’Additive Manufacturing.

Il primo programma congiunto inizierà a maggio, con un massimo di otto partecipanti per corso.

Maggiori informazioni sul programma possono essere trovate cliccando qui.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here