Concorso Extreme Redesign di Stratasys, vince l’Italia

Lo studente italiano di design Paride Stella si è aggiudicato la borsa di studio messa in palio da Stratasys e l'utilizzo gratuito di una stampante 3D per la sua scuola per un anno.

Stella si è infatti aggiudicato il primo posto del premio annuale Extreme Redesign Challenge Awards di Stratasys per la categoria "Arte, architettura, gioielli e design" ed è l'unico vincitore europeo quest'anno.

Attualmente Stella frequenta l'Università Gabriele D’Annunzio di Pescara. Grazie all'integrazione della conoscenza della progettazione algoritmica con le sue esperienze nel settore del design e della stampa 3D è stato in grado di generare idee e soluzioni per i problemi computazionali che nascono nelle applicazioni pratiche.

Stella crede che la stampa 3D "darà sempre più forma al nostro futuro e concordo con l'obiettivo di Stratasys di offrire formazione e consapevolezza dei vantaggi della tecnologia. Una delle ragioni principali che mi hanno spinto a partecipare alla sfida è stata la possibilità di provare a illustrare in che modo le idee che ho sviluppato durante la mia ricerca si possono trasformare in qualcosa di tangibile".

Stella prosegue: "Oggi il senso della progettazione è cambiato completamente. Le possibilità di produrre e gli strumenti a disposizione sono infinite. Una delle forme del mio progetto era ispirata al corallo, con il suo aspetto organico e delicato e la possibilità di essere progettato e stampato per incorporare le proprietà estetiche del materiale".

Cosa è l'Extreme Redesign Challenge Award

Organizzata da Stratasys e GrabCAD, la sfida Extreme Redesign Awards chiedeva agli studenti di riprogettare un prodotto esistente, creare un nuovo prodotto che migliorasse lo svolgimento di determinate attività o progettare un'opera d'arte o di architettura.

I progetti inviati sono stati valutati attentamente da una commissione di tutto rispetto, composta da figure note del settore, che ha analizzato in maniera rigorosa in progetti in base alla validità dal punto di vista meccanico, l'attuabilità e la creatività.

Gina Scala, direttore marketing di Global Education in Stratasys ricorda come "da 14 anni, la Extreme Redesign 3D Printing Challenge mette in luce il meglio del meglio dell'innovazione della stampa 3D degli studenti. Grazie al nostro concorso, gli studenti possono sfruttare la stampa 3D per progettare e creare in modi che prima non erano possibili. Ogni anno accogliamo i progetti di studenti vecchi e nuovi, sempre più innovativi anno dopo anno. E mentre i giudici sono rimasti impressionati da tutti i progetti inviati, i vincitori riflettono quanto di meglio esiste in termini di creatività e progettazione degli studenti".

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here