Eos migliora il Dmls con l’aiuto dei turchi

Risale alla fine dello scorso anno la presentazione di Eostate MeltPool come soluzione migliorativa per il sistema Dmls EOS M 290.

Lo strumento è stato creato per una completa tracciabilità e sorveglianza automatizzata della vasca di fusione durante il processo di costruzione Direct Metal Laser Sintering, di ogni punto, strato e parte.

Come di consueto, dopo l'introduzione sul mercato, Eos espone i suoi prodotti a una fase di test successiva con alcuni clienti scelti.

Questa fase relativa a Eostate MeltPool è stata recentemente completata dalla società turca Tusas Engine Industries, una joint venture costituita nel 1985 tra Turkish Aerospace Industries (TAI), General Electric (GE), la Turkish Armed Forces Foundation (TAFF) e l'Associazione Aeronautica Turca (TAA).

Come riporta una nota della casa tedesca, per il responsabile dello sviluppo di applicazioni per le soluzioni di controllo Lukas Fuchs, il fattore decisivo per le aziende che hanno imboccato la strada verso la produzione di serie con additive manufacturing, e in particolare con tecnologia Dmls, è poter avere parti riproducibili alla massima qualità e con costi più bassi.

Il monitoraggio fornito da Eostate MeltPool permette di spostare la garanzia della qualità  dal post-process al momento stesso della produzione.

Il che significa non solo una migliore gestione del rischio, ma anche una riduzione dei tempi e dei costi per avere la garanzia della qualità.

Il Technology program manager di Tei, Semih Pilatin, considera il sistema di monitoraggio  Meltpool come un primo passo per un  pieno controllo online della qualità delle parti prodotte: «stiamo progettando di utilizzare questo strumento per le parti di motori aerospaziali in cui si prevede tolleranze strette e alte prestazioni».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO