Qualità, Eos vara l’approccio olistico

Eos va sostenendo che per l'affermazione dell'additive manufacturing com materiali plastici serve avere un sistema di gestione della qualità che comprende tutti gli elementi tecnologici, dal materiale, al processo.

Lo ha detto Torsten Schlichtholz, Direttore della Gestione della Qualità di Eos: «coordinando tutte le variabili garantiamo le migliori caratteristiche possibili ai clienti industriali, che utilizzano la nostra tecnologia per la produzione in serie di componenti in plastica».

100 sistemi per la qualità

Presso la sede della società a Krailling, in Germania, su una superficie di 2.300 mq, circa 80 sistemi di additive manufacturing sono utilizzati per attività di ricerca e sviluppo su metalli e plastiche, per la garanzia della qualità, l'applicazione e la formazione. E altri 20 sistemi sono disponibili presso i centri di Eos negli Stati Uniti, Singapore e Cina.

I materiali sono dunque uno dei pilastri della qualità dei componenti. Sempre Schlichtholz sottolinea come «con un sistema multidimensionale di gestione della qualità Eos lavora con i partner per garantire che ogni lotto di materiale abbia la stessa affidabilità e consistenza uniforme. Nella supply chain la garanzia della qualità inizia già con la fabbricazione del prodotto preliminare per il materiale da affidare alla sinterizzazione laser. Il processo di produzione è continuamente documentato e verificabile, fino al momento in cui il materiale  è consegnato ai clienti».

Materiale documentato

Per la produzione del materiale plastico più utilizzato, la PA12 (Poliammide 12), EOS ha lavorato a stretto contatto con Evonik Industries per molti anni. Il materiale viene sottoposto a una vasta e documentata procedura di garanzia della qualità, prima ancora di essere consegnato a EOS.

Thomas Große-Puppendahl, manager della linea di Engineered Products di Evonik, specifica che «un metodo di produzione speciale e quasi 50 anni di esperienza nel settore delle tecnologie in polvere ci consentono di  reare un prodotto di base molto adatto per i materiali di sinterizzazione laser. Il nostro sistema di gestione della qualità, ISO 9001: 2008, comprende tutte le ispezioni rilevanti per polimeri e polveri, come le proprietà a flusso libero, densità della polvere, comportamento in fase di scioglimento e di raffreddamento, prove di idoneità».

Il processo di raffinazione viene eseguito su apparecchiature EosS dopo l'ispezione del certificato di collaudo e di un controllo supplementare delle merci in entrata. Questo processo viene eseguito da KVS GmbH, azienda che fa parte di Eos e che ha lavorato su sviluppo, produzione e la garanzia della qualità dei materiali plastici per sinterizzazione laser per 19 anni, e che ha un sistema di quality management certificato secondo la norma ISO 9001: 2008. Se sono soddisfatti tutti i criteri, viene redatto un report a norma ISO 10204, con l'aggiunta di test per i materiali resistenti al fuoco.I prodotti vengono spediti solo al cliente una volta che una partita ha superato tutti i test.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here