Dalla casa in 3D all’orto verticale

L'orto di Shamballa: al Parco Tecnologico sperimentale di Massa Lombarda, dove procede la stampa in 3D della casa in terra e paglia con la BigDelta, Wasp ha dato il via ai laboratori all’aperto che si tengono nei fine settimana.

Sabato 30 luglio l’appuntamento in via della Cooperazione sarà sul tema dell'orticoltura sostenibile.

Il progetto di città ideale della realtà guidata da Massimo Moretti, infatti, prevede anche la dotazione attorno agli insediamenti abitativi di sistemi di coltivazione verticale a basso impatto ambientale e resa sufficiente per garantire la sussistenza.

Sarà Silvia Pattuelli del Podere Casetta (Progetto Biologico) di Sant’Agata sul Santerno, a illustrare un progetto di orti in città che segue i principi della Permacultura.

Con questo termine, riporta una nota di Wasp, si fa riferimento a una disciplina che applica i principi ecologici, e, insieme, a un processo integrato di progettazione che porta al risultato di un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico in cui l’entropia riesce a tendere a zero.

Questa invece la definizione che ne dà Wikipedia: "la permacultura è un metodo per progettare e gestire paesaggi antropizzati in modo che siano in grado di soddisfare bisogni della popolazione come cibo, fibre ed energia, e al contempo presentino la resilienza, ricchezza e stabilità di ecosistemi naturali. Il metodo della permacultura è stato sviluppato negli anni settanta da Bill Mollison e David Holmgren attingendo da architettura, biologia, silvicoltura, agricoltura e zootecnia".

Silvia Pattuelli si soffermerà sullo zafferano: negli ultimi anni in Emilia Romagna si stanno moltiplicando piccole coltivazioni di zafferano, soprattutto come attività integrativa per agriturismi e aziende agricole.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here