Creo 4.0, il CAD che fa stampare in 3D

PTC ha annunciato il rilascio dell'ultima versione del software CAD 3D Creo 4.0, che introduce nuove funzionalità per l’additive manufacturing, l'Internet of Things (IoT), la realtà aumentata e il model based definition (MBD).

Con Creo 4.0 PTC vuole dare uno strumento per il futuro della progettazione nell'era dell'IoT e dei sistemi intelligenti connessi.

Additive manufacturing

Creo 4.0 si apre alla produttività: consente di progettare in funzione della connettività (per i sensori), di creare realtà aumentata, di fare design per l'additive manufacturing.
Il concetto è che fino a ieri l'additive manufacturing era per i prototipi. Il processo per arrivare alla stampa era troppo frammentato con formati differenti, per poi riportare il file nel CAD.

Creo 4.0 porta invece tutte le funzioni dentro la piattaforma. Il software rende possibile la "progettazione per la produzione additiva", consentendo di ideare, ottimizzare, convalidare ed eseguire la verifica della stampabilità in un unico ambiente.

Il design per la stampa 3D viene fatto con oggetti parametrici, dentro il sistema CAD. La possibilità di creare strutture reticolari controllate parametricamente permette di ottimizzare i modelli al fine di rispondere a svariati obiettivi o vincoli di progettazione.
Il software beneficia anche delle novità di PTC in fatto di IOT e AR/VR, per fare review veloci.

Prodotti intelligenti connessi

Con Creo 4.0, gli sviluppatori possono sfruttare l'IoT per comprendere meglio l'utilizzo e il comportamento dei prodotti, ottimizzando di conseguenza le decisioni di progettazione.

La soluzione permette di introdurre nel processo di progettazione le informazioni provenienti dal mondo reale e di mettere in atto strategie di progettazione finalizzate alla connettività per sviluppare i prodotti sfruttando i dati provenienti dai sensori, ottimizzando il loro posizionamento e personalizzando il tipo di informazioni raccolte.

Realtà aumentata

Creo 4.0 rende possibili esperienze visive di progettazione più coinvolgenti e informative portando il prodotto digitale nel mondo reale. Con la nuova versione del software di Ptc i progettisti possono riutilizzare in modo fluido i dati CAD per creare facilmente esperienze visive di progettazione coinvolgenti e informative sfruttando la realtà aumentata, con una percezione realistica di dimensioni, scala e contesto.

Model Based Definition

Creo 4.0 permette ai progettisti di implementare l'MBD e di aumentare l'efficienza nello sviluppo del prodotto riducendo la dipendenza dai disegni 2D. Riduce gli errori risultanti da informazioni inesatte, incomplete o male interpretate guidando e istruendo i progettisti nella corretta applicazione delle informazioni sul dimensionamento e sulle tolleranze geometriche (GD&T).

Creo 4.0 garantisce, inoltre, l'acquisizione GD&T nel modello CAD 3D in maniera completamente semantica, nonché la conformità del modello con gli standard ASME e ISO e l'utilizzo della geometria del modello per consentire un utilizzo a valle privo di errori nelle fasi di produzione e ispezione.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here