Certema, un nuovo laboratorio per la Toscana

Ha sede a Borgo Santa Rita, in provincia di Grosseto, il nuovo Certema, Laboratorio tecnologico, multidisciplinare della Toscana, inaugurato in questi giorni e figlio della collaborazione tra sei imprese locali (Tostiproduzione di particolari meccanici in materiali compositi; Roggilavorazione lamiera e materiali ferrosi; Opus Automazioneservizi industriali ad alta tecnologia; Kelly impianti per la produzione di energia elettrica; Femtoprogettazione e prototipazione; Dataposconsulenza e programmazione It), con la collaborazione della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e il contributo della Regione Toscana e della Provincia di Grosseto.

Certema, che si estende su un’area operativa di 1500 metri quadrati, è riuscita a ottenere finanziamenti per 5 milioni di euro da enti pubblici, Regione, Provincia e Fondi Cipe, mentre il sito industriale e il personale (250 al momento, 200 dei quali della provincia di Grosseto) sono “oneri” delle realtà private che lo hanno costituito.
Obiettivo di Certema, che utilizza macchinari di ultima generazione per lo sviluppo di brevetti e prototipi, nonché per le attività di ricerca e consulenza nei settori strategici della chimica, meccanica, domotica e robotica, rinnovabili, nautica, materiali compositi, automazione, elettromeccanica, è proprio la promozione e lo sviluppo di progetti ad alto contenuto tecnologico.
Si tratta di una struttura ad accesso aperto, dunque disponibile per chiunque abbia bisogno di utilizzare attrezzature, macchinari e laboratori, sia attraverso attività di semplice noleggio, sia con l’assistenza del personale specializzato disponibile nel centro.

Per altro Certema, sottolineano i promotori, ha in dotazione l’unico microsopio a scansione molecolare a oggi disponibile in Italia.
E proprio la ricchezza delle dotazioni rende la struttura attrattiva anche per la ricerca universitaria, a partire dall’Università di Roma, passando per quella di Pisa, per arrivare addirittura al Cern di Ginevra.

certemaL’attrattività si riverbera anche sulle imprese e i responsabili di Certema parlano di richieste da gruppi industriali quali Finmeccanica o Enel Greenpower.
Ma non ci sono solo le grandi realtà.
Tra gli obiettivi di Certema ci sono i servizi tecnologici alle Pmi del territorio, in un’ottica di orientamento e assistenza nei loro studi e analisi, oltre alla gestione e coordinamento delle collaborazioni tra piccole e medie imprese con gli enti di ricerca o altre aziende sia a livello nazionale, sia a livello internazionale.

Certema ospita cinque laboratori: analisi ambientali e di processo in continuo; thermal tests, prototipazione optoelettronica e studio dei sistemi di human-machine interface; meccanica applicata e costruzioni meccaniche; tecnologia meccanica avanzata; microscopia elettronica a scansione e micro-analisi ad ultra/ alta risoluzione.
Ricchissima, poi, la dotazione strumentale: si va dagli analizzatori ai campionatori, dalle stazioni metereologiche alla camera climatica, dai forni ai plotter, dalle frese al taglio laser, dalle piegatrici ai robot di saldatura, fino ad arrivare per l’appunto al microscopio a scansione molecolare di cui abbiamo già fatto cenno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO