Beam-IT implementa un sistema XJet

XJet ha annunciato che l'italiana Beam-IT ha acquistato un sistema XJet Carmel1400 AM.

Il sistema, che utilizza l'esclusiva tecnologia proprietaria NanoParticle Jetting (NPJ) di XJet, è il primo del suo genere in Italia e verrà installato prima della fine del 2018, portando a sette i paesi in cui sono stati installati i sistemi della casa israeliana.

Nell'immagine di apertura, Martina Riccio, responsabile di processo e ricerca e sviluppo di Beam-IT, con Dror Danai di XJet, davanti a un sistema XJet Carmel 1400 sulla linea di produzione di Kiryat Gat

Come spiega Mauro Antolotti, presidente di Beam-IT, in una nota di XJet, "I nostri clienti hanno sperimentato i numerosi vantaggi offerti dalla produzione additiva metallica e molti di loro vorrebbero vedere all'opera anche lain ceramica. La tecnologia NPJ di XJet offre una combinazione di dettaglio, densità e design, con gradi di libertà precedentemente non garantiti da altri metodi di produzione della ceramica. Quindi  cisembra che ora sia il momento giusto per fare questa mossa".

Nella stessa nota Gabriele Rizzi, responsabile vendite IT di Beam ricorda che "uno dei nostri prossimi programmi di sviluppo congiunto con un cliente aeronautico si baserà su questa nuova tecnologia".

Con le certificazioni ISO 9001 e EN 9100 nel settore automobilistico, medico, avionico / aerospaziale e racing, la qualità costituisce una parte importante del quadro di Beam-IT.

Beam-IT ha collaborazioni con le più importanti aziende nei settori biomedico, aeronautico, aerospaziale, delle corse e industriale, università e istituti di ricerca. "È imperativo per noi produrre pezzi di altissima qualità. Dopo aver esaminato le parti prodotte utilizzando la tecnologia XJet, siamo rimasti estremamente colpiti dai livelli di precisione e dettaglio delle parti. Il fattore Near-Net è stato un altro fattore cruciale in quanto maggiore è il tempo in cui possiamo rimandare il post-processing, migliore è il processo che abbiamo, dando ai nostri team la certezza di disporre di componenti più complessi e sofisticati progettati per l'additive manufacturing".

La tecnologia NPJ di Xjet si distingue dalle altre tecnologie additive in ceramica e metallo perché utilizza un processo di dispersione dei liquidi. Ciò offre vantaggi nelle proprietà meccaniche e geometriche, con conseguente migliore qualità delle parti e maggiore libertà di progettazione. I sistemi XJet Carmel offrono anche molti vantaggi operativi e di sicurezza. Gli operatori hanno bisogno solo di abilità di base e una minima formazione.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here