Autosport, la scuderia Andretti migliora le performance con la stampa 3D

Stratasys ha siglato un nuovo accordo di collaborazione con Andretti Autosport.

La scuderia guidata dal campione Michael Andretti, che ha auto che gareggiano nelle formule IndyCar, Indy Lights e nella Formula E, punta a sfruttare la tecnologia additiva e i materiali FDM avanzati per accelerare la progettazione e lo sviluppo dei diversi modelli.

Sfruttando la tecnologia per diventare più competitivi in pista, il team automobilistico migliorerà sia il ciclo di progettazione che quello di produzione grazie alle stampanti 3D Stratasys F370 e Fortus 450mc.

Rob Edwards, direttore operativo di Andretti Autosport, dice in una nota che "Dal momento che le stampanti sono state messe in servizio, funzionano a piena capacità e ci auguriamo di osservare i vantaggi dell’aumento della nostra capacità sui circuiti nel 2019”.

Il team di Andretti si avvale della stampante 3D Stratasys Fortus 450mc per velocizzare la progettazione e lo sviluppo. Da sinistra a destra: Eric Bretzman, direttore tecnico; Michael Andretti, Ceo; Aaron Marney, ingegnere senior per lo sviluppo

Nel prossimo futuro il team americano continuerà a fare dei passi in avanti significativi nella conversione delle parti tramite la stampa 3D interna.

La stagione agonistica 2019 del team inizia con la serie NTT IndyCar da St. Petersburg, Florida, il 10 marzo fino a settembre, con 17 turni di gara.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here