Autodesk semplifica la collaborazione

È una novità nell’ottica della collaboration quella annunciata da Autodesk, già disponibile per il mercato statunitense e dal 7 dicembre disponile anche per gli altri mercati nei quali l’azienda è presente.
A360 Team, questo il nome, introduce una nuova modalità per la condivisione ad esempio di file di modelli 3D, per i quali l’utilizzo di strumenti tradizionali non solo non è adeguato, ma rischia di compromettere l’affidabilità o la produttività nei progetti.

A360 Team elimina la comunicazione a silos, consentendo la collaborazione ubiqua in un’ottica di semplicità, riducendo ad esempio la necessità per i team di avere a che fare con diversi formati e versioni dei file: il controllo delle versioni avviene da sé,  dal momento che la collaborazione è “nascosta” negli strumenti utilizzati ogni giorno.

Al centro di tutto c’è il progetto e tutti i membri coinvolti, dai partecipanti al team al cliente fino alle altre figure coinvolte sono coinvolti  in tutto il processo di progettazione e produzione.

Via browser gli utenti possono visualizzare oltre 100 formati di file 2D e 3D, senza richiedere download o necessitare di plug-in. Inoltre, la funzionalità di ricerca avanzata permette di individuare i componenti integrati nei modelli e nei progetti.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO