Autodesk punta sull’additive manufacturing

Autodesk ha concluso l’accordo definitivo per l’acquisizione di netfabb, società di Lupburg (Germania) che sviluppa soluzioni software per la progettazione e produzione additiva. La società utilizzerà capitali esteri per completare la transazione, di cui non è stata resa nota l’entità, entro il quarto trimestre dell’anno fiscale 2016.

Autodesk farà anche un ulteriore investimento strategico in FIT Technology Group, capogruppo di netfabb e fornitore di software e servizi per la produzione additiva, allo scopo di collaborare per incrementare l'adozione di tecnologie per la produzione additiva industriale.

Autodesk prevede di utilizzare capitali stranieri per la transazione, che si prevede debba chiudersi nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2016 in corso. I termini della transazione non sono stati divulgati.

Come ha dichiarato Samir Hanna vice president and general manager, Consumer & 3D Printing di Autodesk «insieme a Fit Technolgy Group, stiamo accelerando il futuro di come saranno realizzate le cose».

Oltre 80mila progettisti, produttori, artisti, ricercatori e svuluppatori in tuto il mondo utilizzano le soluzioni netfabb come parte del proprio processo di stampa 3D.

Autodesk pensa di supportare e ampliare questa comunità continuando a sviluppare, vendere e supportare il software netfabb e integrarne la tecnologia nelle proprie soluzioni per la progettazione di prodotto e la produzione additiva, compreso Autodesk Fusion 360 e la piattaforma per la stampa 3D Spark.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO