Autodesk finanzia con 100 milioni di dollari le startup di stampa 3D

Autodesk ha annunciato che intende investire 100 milioni di dollari in aziende focalizzate sulla stampa 3D nel corso dei prossimi anni con lo Spark Investment Fund, che sarà gestito internamente dalla società americana.

Si tratta di fatto di una novità assoluta per il mercato della stampa 3D: il fondo supporterà finanziariamente imprenditori, start up e ricercatori che accelereranno l’evoluzione tecnologica della stampa 3D.

Qualche mese fa Autodesk aveva annunciato Spark,  piattaforma software aperta e gratuita per la stampa 3D che connetterà le informazioni digitali alle stampanti 3D con nuove modalità. Spark si collegherà a tutti gli hardware e potrà usare qualunque tipo di materiale e Autodesk invita la comunità della stampa 3D a collaborare per migliorare la piattaforma, la stampante 3D Ember associata alla piattaforma e i relativi materiali.

Così Jesse Harrington di Autodesk ha spiegato a 3D Printing Creative durante la Maker Faire a Roma il senso di Spark:

Le aziende e gli individui che sviluppano hardware, software, materiali e spazi dedicati ai maker innovativi possono sottoporre la loro candidatura per partecipare al programma Spark Investment Fund cliccando QUI.

Oltre a ricevere un supporto finanziario, sarà possibile diventare parte del partner program di Spark e avere accesso ai servizi marketing e di supporto allo sviluppo previsti per i partner Spark.

Secondo Samir Hanna, general manager e vice president di Autodesk, «sono ormai finiti i tempi in cui l’approccio all’innovazione nel segmento dell’additive manufacturing era di tipo chiuso e top-down. Numerosi segmenti di mercato hanno compreso il valore derivante dalla stretta collaborazione con imprenditori e start up che possono portare idee migliori e la stampa 3D non fa eccezione».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO