Autodesk e Microsoft: il viaggio dei big verso il digitale

Autodesk ha annunciato di lavorare con Microsoft per integrare la propria piattaforma per la stampa 3D in Windows 10 e intende rendere il proprio software di modellazione 3D interoperabile con gli ambienti di realtà aumentata di Microsoft che fanno capo al progetto HoloLens.
Autodesk, quindi, incorporerà la piattaforma Spark in Windows 10 per dare agli utenti un accesso diretto alla stampa 3D semplificando il processo di fabbricazione additiva.
Per farlo renderà disponibili gratuitamente le API di Spark alla comunità degli sviluppatori di Microsoft.
E fa parte dello stesso contesto l'iniziativa del Consorzio 3D Manufacturing Format (3MF), che intende creare e sostenere un formato standard di interscambio per la stampa 3D che vede le due società fra i protagonisti.Con la seconda iniziativa Autodesk vuole portare i modelli 3D dal software nell'ambiente di realtà virtuale Microsoft HoloLens.
I modelli digitali che utilizzano software Autodesk Maya o Fusion 360 dovranno essere visibili nell'ambiente di realtà aumentata.
L'iniziativa interessa sviluppatori di giochi e registi, epr la creazione di una nuova generazione di esperienze di intrattenimento, progettisti e ingegneri, per visualizzare digitalmente un modello in scala durante la fase di progettazione del prodotto, riducendo tempi e costi per prototipi fisici.
Per le due società in futuro gli stessi progettisti e ingegneri dovranno poter creare modelli 3D con software Autodesk come Fusion 360, visualizzare i modelli con HoloLens, e predisporre la stampa 3D su dispositivi Spark.
Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here