Autodesk e Mattel fanno vivere i giochi in 3D

Autodesk e Mattel hanno annuciato di aver stretto un accordo per arricchire la linea di giocattoli Mattel usando la tecnologia della stampa 3D.

L'iniziativa punta a dare una nuova esperienza immersiva, combinando i giocattoli fisici con le avventure digitali.

Una serie di applicazioni consentirà a famiglie e bambini di immaginare, progettare e personalizzare i giocattoli, rendendoli reali  attraverso la stampa 3D.

Autodesk utilizzerà il marchio iconico di Mattel per dimostrare come la piattaforma open di stampa 3D Spark possa contribuire a colmare il divario esperienziale fra mondo digitale e fisico.

Si tratta di favorire l'apprendimento interattivo con applicazioni divertenti in modo che i bambini possano imparare mentre giocano. 

Per Doug Wadleigh, vice president senior e general manager Toy Box di Mattel, «La tecnologia sta cambiando ogni giorno e sfruttando il know how di Mattel sui giochi e quella Autodesk sulle applicazioni creative e la stampa 3D, siamo in grado di dare un nuovo tipo di esperienza di progettazione 3D, continuando la nostra tradizione nell'ispirare immaginazione e creatività».

La  prima serie di applicazioni è prevista per il secondo semestre del 2015, quando vedrà la luce anche un hub online dedicato alle iniziative di stampa 3D di Mattel.

Del ruolo dei giochi stampati in 3D ce ne occupiamo sul numero di maggio di 3D Printing Creative, a breve in edicola.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here