Arcam mette il cromo cobalto nella Q10plus

Fra le novità presentate al formnext c'è sicuramente quella di Arcam, che ha aggiunto la al suo sistema Q10plus la capacità di gestire la lega CoCr.

Il cromo-cobalto, insieme al titanio è uno dei principali materiali utilizzati dall'industria ortopedica. Il vantaggio della lega CoCr è che permette parti ad alta risoluzione da produrre rapidamente, rendendo altamente produttivo.

Il cromo-cobalto può essere utilizzato in altri settori, come quello aerospaziale, ma l'attenzione di Arcam è sulle protesi mediche.

Ne consegue che potrebbe essere introdotto anche sulla più grande stampante di metallo Q20plus, che Arcam tende a vendere principalmente a clienti del settore aerospaziale.

Il processo di stampa 3D con cromo-cobalto è efficiente dal punto di vista produttivo e sa fornire parti con alta risoluzione.

Al formnext la società svedese che è stata acquisita da GE presenta anche Arcam xQAM, un innovativo sistema di rilevamento a raggi X per la calibrazione automatica con migliorato controllo del fascio di elettroni.

In evidenza anche il sistema EBM Control 5.0, una nuova piattaforma software per il controllo del fascio, più efficiente e accurata, per migliorare la velocità e la precisione, e MultiBeam, la tecnologia proprietaria di Arcam per la fusione in parallelo.

Presentate anche nuove polveri di titanio di alta qualità pre la fabbricazione additiva, realizzate dalla collegata AP&C nel suo nuovo stabilimento. La struttura, capace di produrre almeno 750 tonnellate all'anno, sarà in grado di fornire ridondanza di produzione, aumento della capacità a breve termine e capacità di espansione a lungo termine.

La tecnologia al plasma usata da AP&C converte il materiale grezzo in polvere con eccellenti proprietà chiave, come fluidità, densità, chimica e tracciabilità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO