Al MaketoCare anche una cucina senza barriere

È multimodale, girevole e modulabile in altezza il progetto di cucina modulare denominato Io Kitchen, presentato da Valerio Monticelli, anch’esso tra i tredici progetti finalisti al MaketoCare, che decreterà i suoi vincitori il prossimo 12 ottobre.

Messo a punto per dare una risposta ai problemi di mobilità in questo specifico ambiente domestico, Cucina modulare propone un arredo in grado di variare le altezze di lavoro per facilitare in condizioni di massima sicurezza l’accesso a persone momentaneamente o permanentemente disabili.

La cucina-tavolo con seduta e dispensa è, inoltre, caratterizzata da ingombro minimo, elevata flessibilità e automazione per un uso corretto dello strumento.
Consente di adattarsi a utenti di qualunque statura e anche a coloro che devono cucinare seduti perché diversamente abili o momentaneamente inabili.
Semplicemente ruotandolo, il piano di lavoro consente, infatti, l’accesso alternato ai fornelli e al lavello senza la necessità per l’utente di doversi spostare.

Tra gli ulteriori vantaggi, anche l’ottimizzazione dello spazio, particolarmente utile nei moduli abitativi caratterizzati da dimensioni contenute.

 

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here