Additive manufacturing con metalli, il picco nel 2019

SmarTech Publishing ha pubblicato il suo ultimo rapporto di ricerca sul mercato della produzione additiva con metalli, che ha rilevato che i ricavi del settore derivanti da hardware, materiali e software è cresciuto del 24% nel 2017, superando per la prima volta il miliardo di dollari e che vi è una prospettiva a lungo termine sempre più positiva sulla base del contesto attuale, che raggiungerà i 9,3 miliardi dollari entro il 2027.

Il rallentamento percepito nell'industria della produzione additiva metallica osservato alla fine del 2016 fino alla prima metà del 2017 sembra essere stato un'anomalia alimentata dai rapidi cambiamenti della concorrenza.

La ricerca di SmarTech ha rilevato che il mercato della produzione additiva metallica ha registrato un'accelerazione nella seconda metà del 2017 ed è ora in procinto di crescere ancora in futuro, con la previsione di un picco di crescita complessiva nel 2019 (35%).

La domanda di metalli leggeri continua ad aumentare notevolmente grazie alla crescita nella consolidata area del titanio, e anche un notevole interesse per l'alluminio da parte dei clienti delle industrie automobilistica e aerospaziale.

Si prevede che i metalli leggeri aumenteranno la loro quota totale di polveri metalliche per l'additive manufacturing su base annua durante il periodo di previsione, crescendo a un tasso annuo composto di oltre il 24 per cento dal 2017 al 2027.

La vendita di sistemi di fusione a letto di polvere all'industria aerospaziale ha continuato ad essere la più grande opportunità per le vendite di hardware nel 2017, spinta in modo significativo dalla domanda di sistemi multi-laser più costosi e sistemi ad architettura parallela in fase di lancio da parte di Concept Laser, EOS, 3D Systems.

Tuttavia, entro il 2027 l'industria automotive dovrebbe diventare il secondo maggior consumatore di tecnologie di fusione a letto di polvere, con una crescita annua di quasi il 32%.

Con i processi di stampa di metalli come il getto di leganti che improvvisamente diventano un grande obiettivo di sviluppo per soddisfare la necessità del mercato di processi additivi a basso costo e ad alto volume, si prevede che la quota prevista di consumo di materiali in polvere da tutte le tecnologie di stampa di metalli legati aumenterà dal consumo di appena il 5% di tutte le polveri spedite nel 2017 al 21% di tutte le polveri spedite entro il 2027.

Tecnologie come la stampante di produzione di Desktop Metal, che sarà completamente rilasciata nel 2019, hanno il potenziale di aumentare significativamente questa stima in futuro in attesa di un'effettiva accettazione da parte del mercato.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here