Aceo lancia i fluorosiliconi per la stampa 3D

I fluorosiliconi combinano le eccellenti proprietà di alta e bassa temperatura dei siliconi con una buona resistenza ai fluorocarburi.

I fluorosiliconi sono utilizzati per applicazioni di tenuta nelle industrie che richiedono resistenza a carburanti, oli e lubrificanti. Sono spesso una buona scelta per sistemi di tenuta per temperature comprese tra -50°C e 150°C.

La tedesca Aceo si appresta a lanciare la tecnologia di stampa 3D con fluorosiliconi e presenterà i primi pezzi stampati a 3D Print 2018 a Lione.

In tal modo nuove applicazioni nel settore automobilistico, aerospaziale e ferroviario possono diventare realtà.

Aceo è un marchio di Wacker Chemie, azienda chimica con circa 13.450 dipendenti e fatturato annuo di circa 4,6 miliardi di euro (2016). WACKER dispone di una rete globale di 23 siti produttivi, 19 centri di competenza tecnica e 49 uffici commerciali.

La proposta di Aceo stampare con fluorosiliconi invita ingegneri e progettisti a pensare al di fuori del percorso tradizionale e a immaginare di trarre vantaggio da questa nuova tecnologia per prototipi funzionali, pezzi di ricambio o progetti di prodotti precedentemente impossibili.

"Questo è solo l'inizio di una serie di nuovi materiali per la stampa 3D basati sul silicone - afferma Bernd Pachaly, responsabile del marchio Wacker Chemie 3D Printing ACEO -. Nei prossimi due mesi introdurremo i siliconi funzionali che consentono funzionalità senza precedenti nella progettazione dei prodotti in silicone".

La storia del silicone in 3D

Quando Aceo ha iniziato a pensarestampare elastomeri di silicone in 3D con risultati simili a quelli ottenuti con la gomma siliconica liquida stampata ad iniezione (LSR). Le formulazioni si basano su oltre 70 anni di esperienza nel silicone da parte di Wacker Chemie AG. La formulazione di base combina polimero con filler di rinforzo, cross-linker e catalizzatore di addizione. I siliconi sono elastomeri al 100% e non sono a contatto con acrilati o uretani. Il catalizzatore Platinum viene attivato dalla luce UV, il che significa che non viene attivato termicamente.

Quando Aceo ha introdotto per la prima volta la sua tecnologia nel 2016, lo sviluppo della soluzione di sistema ha rappresentato una pietra miliare nella produzione additiva.

I loro siliconi sono stati i primi elastomeri che possono essere stampati in 3D mantenendo le loro proprietà eccezionali come la resistenza alla temperatura e alle radiazioni o la biocompatibilità. Aceo ha sviluppato hardware e software per i suoi materiali e la sua tecnologia unici e ha lanciato il primo negozio al mondo per la stampa 3D con siliconi.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here